Riot – Recensione: Unleash The Fire

Chiariamo un punto fondamentale: non c’è Mark Reale, non sono i veri Riot. Anche se Mike Flyntz ha contribuito alla buona riuscita del progetto per tanti anni (dal 1989, per la precisione), la vera anima della band chiamata Riot era appunto il compianto Mark. Ciò non toglie che questa nuova formazione, i Riot V, nata come continuazione della precedente e in gran parte con l’intento di onorarne la memoria, abbia pienamente colto nel segno già al primo tentativo.

Unleash The Fire” è un disco heavy metal con gli attributi al punto giusto, caratterizzato da un sound classicamente anni ottanta, insaporito da belle canzoni e interpretato da una voce tra le più convincenti tra quelle emerse dalla scena negli ultimi dieci anni.

Todd Michael Hall non è infatti certo un ragazzino (45 anni), ma è da relativamente poco tempo che lo abbiamo potuto sentire esprimersi ad alti livelli, sia in una band come i Reverence (“When Darkness Calls” – la recensione) che a fianco di Jack Starr e i suoi Burning Starr (la recensione di “Land Of the Dead”).

Su questo disco si erge a vero protagonista, capace di regalare potenza ed espressività ad un sound che evidentemente lo vede particolarmente a proprio agio. Song dall’impatto ritmico notevole, ma dall’afflato melodico marcato come “Kill To Survive”, “Fight Fight Fight” o “Ride Hard, Live Free” sembrano calzargli a pennello, così come l’inflessione più epic di “Bring The Hammer Down” o “Metal Warrior” o le armonie più ariose di “Land Of The Rising Sun” e “Immortal”.

Non solo grandi parti vocali comunque, l’intera band mostra di essere in gran forma, con tanti assoli ben congegnati e una solidità ritmica di assoluto rispetto. E anche se spesso il lato vagamente power è quello che emerge, in realtà ogni aspetto del sound classico riconducibile ai vecchi Riot è in qualche modo presente, anche quello più orientato all’hard rock: basta infatti ascoltare “Take Me Back” e la toccante “Until We Meet Again” (dedicata a Mark Reale, la cui voce si può ascoltare alla fine del brano) per farsene un’idea.

Una sequenza di canzoni tutte azzeccate e scorrevoli come non è facile ascoltare in troppe delle uscite contemporanee. E fa ancora più piacere constatare che raggiungere un risultato tanto buono sia una band che rischiava in qualche modo di finire nell’ombra. Sinceri complimenti a tutti i musicisti coinvolti nel progetto attuale, ora tocca a voi aiutarli e tenere vivo il ricordo del glorioso passato e la speranza in un futuro ancora più radioso. Disco assolutamente da comprare.

Voto recensore
8
Etichetta: Steamhammer

Anno: 2014

Tracklist:

01. Ride Hard Live Free
02. Metal Warrior
03. Fall From The Sky
04. Bring The Hammer Down
05. Unleash The Fire
06. Land Of The Rising Sun
07. Kill To Survive
08. Return Of The Outlaw
09. Immortal
10. Take Me Back
11. Fight Fight Fight
12. Until We Meet Again


Sito Web: https://www.facebook.com/riotrockcity

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. MARK HUGE

    questo è il vero POWER METAL come lo intendo io!!!!……sarà mio.

    Reply
  2. jackiedan

    grandissimo album! questo è il vero power metal!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login