Elegacy – Recensione: The Binding Sequence

Esattamente dieci anni dopo “Impressions” tornano alla carica i piemontesi Elegacy. Grazie ad una line-up decisamente rinnovata, che vede alla sezione ritmica la coppia d’assi LePond – Zonder, arriva sul mercato “The Binding Sequence”, secondo cd in carriera per una band attiva nell’underground già dalla fine degli anni novanta. Ma le novità non sono finite qui. Infatti, oltre alla presenza di Ivan Giannini dietro al microfono (ex- Derdian), i nostri cambiano decisamente il tiro a livello di sound, passando da un power sinfonico ed elegante, ad un prog metal di scuola Artension e Dream Theater, tecnico e variegato.

The Binding Sequence” ci regala dieci song che superano spesso e volentieri i cinque minuti di durata, eccezion fatta per un paio di episodi, per inserire passaggi strumentali raffinati e ad ampio respiro. E gli Elegacy sono davvero in grado di farsi apprezzare quando viaggiano a briglie sciolte, come nell’opener “April Sun”, song che unisce i cambi di tempo di scuola prog a delicate melodie. I nostri sfruttano a dovere la classe di due fenomeni come LePond e Zonder, inserendo partiture jazz e fusion (“Motion”), così come i cambi di tempo e di mood sono frequenti, anche all’interno di una stessa song (“When The Night Comes Down”). Il tutto è finemente legato insieme dal taglio e cucito vocale di Giannini, qui alle prese con un’interpretazione maggiormente cangiante ed emozionante, rispetto a quanto ascoltato nei Derdian in passato. Se proprio dobbiamo cercare il pelo nell’uovo, considerando anche i big coinvolti, ci viene quasi spontaneo fare riferimento alla musica dei Symphony X e dei Fates Warning ed in un paio di song (“The Dragon’s Age” vicina alla band di Michael Romeo) questa influenza si sente.

Accogliamo davvero con piacere questo ritorno degli Elegacy, che hanno sfruttato qeusto lungo periodo di pausa per comporre un album maturo, complesso ed intrigante. E “The Binding Sequence” si va a collocare tranquillamente tra le migliori uscite in ambito prog metal del panorama tricolore. E non solo.

Voto recensore
7
Etichetta: Valery Records

Anno: 2015

Tracklist: 01. April Sun
 02. The Dragon’s Age 
03. Autumn in Berlin 
04. When the Night Comes Down 
05. The Dark Tower
 06. Cursed
 07. The Other Me 
08. Street Race
 09. Motion
 10. The Faulty Miracle of Life
Sito Web: https://www.facebook.com/elegacyband/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login