Header Unit

Carcass – Recensione: Surgical Remission / Surplus Steel [EP]

Avevano promesso di non scartare nulla e con la pubblicazione di questo EP i Carcass mantengono fede all’intendimento espresso. “Surgical Remission: Surplus Steel” è infatti semplicemente una sorta di disco bonus da incollare al precedente “Surgical Steel” (la recensione).

Tutte le tracce qui inserite sono appunto provenienti dalla session di registrazione del citato disco di ritorno e le prime due, “A Waith In The Apparatus” e “Intensive Battering Brooding”, erano comunque già note per essere presenti nelle versioni deluxe e in quella giapponese del disco.

Per chi non le avesse ascoltate precisiamo che si tratta di due discrete song in pieno Carcass death-rock style, soprattutto la prima, groovy e impreziosita da un buon gusto nell’assolo, mentre la seconda parte con un riff classicamente Carcass (forse fin troppo sentito) e svolge la propria trama attraverso un ritmo rallentato e marcio fino al midollo.

Poche novità su cui discutere quindi, anche perché le due track a noi non note (il finale di “1985(Reprise) è praticamente identico all’intro del disco) sembrano inserite nel contesto senza mostrare distinzioni particolari con quanto già sappiamo. “Zochrot” (anche questa comunque già inserita come bonus allegata alla rivista Decibel) è infatti un’altra song puzzolente e rockettara, con tanto di assolo seventies, così come la altrettanto groovy “Livestock Masterplace” (il lyric video), anche se in questo caso sorprende l’uso del coro aperto e back chorus pulito, scelta che magari non sarà il massimo della resa, ma che almeno smuove un minimo dalla norma.

Ciò che colpisce è come le canzoni raccolte siano più o meno tutte simili, decisamente rock oriented e meno aggressive di molte inserite poi nell’album. Un mood che ricorda sicuramente quello espresso in un disco come “Swansong”, più che nelle uscite precedenti.

Senza volersi lanciare in interpretazione improbabili viene da pensare che “Surgical Remission: Surplus Steel” sia la classica uscita destinata ai die-hard fan del gruppo e che in molti tra gli appassionati meno completisti potrebbero tranquillamente farne a meno senza grosse ripercussioni.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2014

Tracklist:

01. A Wraith In The Apparatus
02. Intensive Battery Brooding
03. Zochrot
04. Livestock Marketplace
05. 1985 (Reprise) (Instrumental)


Sito Web: https://www.facebook.com/OfficialCarcass

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login