U.D.O. – Recensione: Steelhammer – Live From Moscow

Ad appena 3 anni dal precedente “Live In Sofia” e a soli 6 dall’ottimo “Mastercutor Alive”, l’inarrestabile Udo si ripresenta sulle scene con una nuova release dal vivo. “Steelhammer – Live From Moscow” non solo presenta in sede live i pezzi dell’ultimo studio album della band teutonica, ma ripesca episodi più oscuri e finora trascurati on stage della vasta discografia di Dirkschneider e soci. Questa scelta d’altronde era praticamente obbligata, altrimenti ci saremmo ritrovati di fronte ad un DVD fotocopia dei due citati in precedenza. D’altro canto, però, per far posto a tali brani sono stati esclusi dalla scaletta importanti cavalli di battaglia del gruppo tedesco, nonché la quasi totalità delle sempre apprezzate cover del periodo Accept del frontman di Wuppertal: il presente live ne risente perciò in completezza rispetto ai suoi predecessori.

La versione che qui recensiamo è purtroppo solo quella audio del concerto: non possiamo quindi fare considerazioni di livello scenico e fotografico. Siamo però in grado di constatare come il pubblico faccia sentire forte la propria presenza, a testimonianza dello storico legame che lega Udo e i suoi fan dell’Est Europa fin da quel “Live From Russia” datato 2001. Se passiamo invece a considerare lo stato di forma della band, quest’ultimo è ottimo come sempre: il combo dispensa infatti i suoi riff granitici e le consuete ritmiche d’acciaio senza lesinare.

Passando alla setlist, non possiamo non dispiacerci del fatto che manchino alcuni grandi classici degli U.D.O., su tutti “Animal House” e Thunderball”, canzoni tra l’altro devastanti dal vivo. Come già anticipato, scompaiono poi tutte le cover degli Accept, ad eccezione della conclusiva “Metal Heart”, quando Udo ci aveva abituati ormai da anni a riproporci quanto meno la leggendaria “Balls To The Wall” nella sua inconfondibile interpretazione. Rappresentano però una piacevole sorpresa “Future Land”, “Trip To Nowhere” e “Stranger”, estratte dal terzo disco della band “Faceless World”; e se dal primo capolavoro del gruppo è stata esclusa la title track, come si diceva poche righe sopra, vengono però ripescate “In The Darkness” e “Go Back To Hell”, nonché proposta l’immancabile “They Want War”. Ampio spazio è poi dedicato all’ultimo album “Steelhammer”, con ben sei canzoni presentate al pubblico moscovita.

Giunti al termine della nostra disamina, non ce la sentiamo comunque di assegnare un voto numerico all’ultimo arrivato in casa U.D.O.: prendere visione del prodotto completo, quindi del DVD, sarebbe stato assolutamente necessario. Anche senza aver assistito alle immagini del concerto, non possiamo però non constatare come “Mastercutor Alive” fosse una release dal vivo più completa e soddisfacente. Questo “Steelhammer – Live From Moscow”, con la sua particolare scaletta, farà sicuramente la gioia di collezionisti e fan sfegatati, ma non può certo essere considerato il miglior live della band.

Etichetta: AFM Records

Anno: 2014

Tracklist:

01. Intro
02. Steelhammer
03. King Of Mean
04. Future Land
05. Cry Of A Nation
06. Trip To Nowhere
07. They Want War
08. Never Cross My Way
09. Stranger
10. Stay True
11. In The Darkness
12. Azrael
13. No Limits
14. Mean Machine
15. Burning Heat
16. Metal Machine
17. Devil’s Bite
18. Go Back To Hell
19. Timebomb
20. Holy
21. Metal Heart


Sito Web: http://www.udo-online.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login