Michael Angelo Batio – Recensione: Shred Force 1

Con trent’anni di carriera alle spalle, si potrebbe essere in diritto di auto celebrarsi fino allo sfinimento. In realtà, la raccolta di propri successi edita da Michael Angelo Batio per questa ricorrenza non dà molto l’idea di avere questo scopo. Consideriamo ad esempio il gran numero di ospiti che fanno parte di più della metà dei brani, anche se questa è ormai da tempo prerogativa di tutti i lavori del guitar hero: scorrendo l’elenco dei nomi troviamo ospiti di grande rilievo come Mark Tremonti, Todd La Torre, Rudy Sarzo e amicizie ricorrenti come Guthire Govan e il nostro Andrea Martongelli. Tutto questo insieme di personalità del mondo del metal ci fa pensare “Shred Force 1” più come a un lavoro d’insieme che come a un album auto referenziale.

Un altro indizio che ci guida nella stessa deirezione è l’avere riproposto una manciata di brani che fanno da tributo ad alcuni importanti chitarristi: “Slow Hand” è un omaggio a Eric Clapton, “RRR” a Randy Rhoads (e non a caso Rudy Sarzo è ospite proprio in questo brano), mentre “Diamond”, dove finalmente Michael Angelo ci fa sentire un pezzo in cui non suona cinquecento note al secondo, a Dimebag Darrell. Al di là quindi di uno stile che a volte suona come eccessivo (e chi non ha presente le chitarre “mostruose” che Michael Angelo si porta appresso?), “Shred Force 1” sembra un lavoro più sobrio ed equilibrato, in cui lo shredding non è mai esasperato e si ricerca più il lavoro di squadra che il sensazionalismo fine a se stesso.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Rat Pak Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. Hands Without Shadows (con Bobby Rock e William Kopecky)
02. Burn (con Todd LaTorre e Mark Tremonti)
03. Juggernaut (con Chris Poland, Dave Reffett, Annie Grunwald, Guthrie Govan, Mike Lepond, e Michael Romeo)
04. What You’re Doing (con Todd LaTorre, Kurdt Vanderhoof, Chuck Garric, Jeff Plate e Craig Blackwell)
05. 8 Pillars of Steel (con Elliott Dean Rubinson, Dave Reffett, Jeff Loomis, Rusty Cooley, George Lynch, Andrea Martongelli, Craig Goldy)
06. Call To Arms (con Dan Lenegar, William Kopecky e John Mrozek)
07. 2X Again
08. Slowhand (con Warren Dunlevy Jr.)
09. Diamond (con Michael Wilton, Elliott Dean Rubinson)
10. Rainforest
11. Gotta Run (con Dan Lenegar, William Kopecky e John Mrozek)
12. No Boundaries
13. RRR (con Rudy Sarzo e Bobby Rock)
Bonus tracks:
01. I Pray The Lord
02.Peace


Sito Web: https://www.facebook.com/michaelangelobatioofficial?fref=ts

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login