Cavalera Conspiracy – Recensione: Pandemonium

A distanza di qualche mese dalla sua uscita vi presentiamo “Pandemonium”, nuovo lavoro dei Cavalera Conspiracy. Molti di voi storceranno sicuramente il naso al solo sentir nominare l’ennesima uscita marchiata Max Cavalera, e anche noi confessiamo di aver approcciato il disco con quel pizzico di naturale diffidenza. Se però ascoltiamo senza pregiudizi e preconcetti l’ultimo nato in casa dei due storici fratelli brasiliani, dobbiamo ammettere di trovarci davanti a un album riuscito e piacevole.

La folle opener “Babylonian Pandemonium” è da subito trascinante e colpisce senza pietà con la sua brutalità, la sua travolgente ritmica e il suo scatenato refrain. La potenza e la velocità non ci lasciano nemmeno con le seguenti “Bonzai Kamikazee”, “Scum”, “I Barbarian” e “Cramunhao”; la centrale, chitarristicamente virtuosa, “Apex Predator” sembra lasciare un po’ di tregua col suo attacco più moderato, ma l’esplosione di aggressività è di nuovo dietro l’angolo. “Insurrection” è ancora una volta una scheggia impazzita di death/trash, solamente le lunghe e più complesse “Not Losing The Edge” e “Deus Ex Machina” concedono qualche momento di riflessione. La conclusiva “Porra” è invece l’immancabile, affascinante traccia dal sapore tribale, brano a cui la premiata ditta Cavalera ci ha abituato fin dai tempi degli inarrivabili Sepultura.

“Pandemonium” è un disco che mischia sapientemente death e thrash e si lascia ascoltare più che volentieri anche dopo svariati passaggi. A dispetto di ogni pronostico avverso, Max e Igor Cavalera hanno insomma fatto centro: certo non ci offrono un’opera al livello dei fasti del loro passato, ma comunque un platter onesto e davvero godibile. Provare per credere!

Voto recensore
7
Etichetta: Napalm Records

Anno: 2014

Tracklist:

01. Babylonian Pandemonium
02. Banzai Kamakazi
03. Scum
04. I, Barbarian
05. Carmunhao
06. Apex Predator
07. Insurrection
08. Not Losing The Edge
09. Father Of Hate
10. The Crucible
11. Deus Ex Machina
12. Porra


Sito Web: http://www.cavaleraconspiracy.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login