Alberto Rigoni – Recensione: Overloaded

Torniamo a parlare, questa volta con un po’ di colpevole ritardo (l’album è infatti uscito a inizio ottobre) dei lavori solisti di Alberto Rigoni, bassista di gran pregio di casa nostra, che dà alle stampe il suo quarto lavoro da solista. Una prima panoramica generale ci mostra numerosi punti di contatto con i lavori precedenti. Si comincia con la presenza di alcuni ospiti speciali di riguardo e con il ritorno, ad esempio, dell’ottimo Simone Mularoni dei DGM, che aveva già preso parte a Three Wise Monkeys” (la recensione),  uscito due anni fa; “Overloaded”, con il suo essere un album quasi interamente strumentale, è un omaggio al basso in tutte le sue sfaccettature, oltre che una dedica allo scomparso Randy Coven, di cui Alberto Rigoni è fan devoto, in particolare in “Corruption”, brano non molto veloce ma dalle ritmiche heavy, con venature prog metal e con un tema di chitarra particolarmente emozionante. Un’altra caratteristica che accomuna questo album ai precedenti è la grande varietà stilistica dei pezzi. Se la già citata “Corruption” è uno dei brani più metal dell’insieme, la successiva “Ubick” ha una struttura più densa e complessa, “Chron” è invece un esperimento sonoro intervallato da melodie rallentate affidate al basso che spezzano l’atmosfera rarefatta del brano. “Floating Capsule” ci proietta invece in una dimensione parallela e, con il suo incedere lento e le sue melodie particolarmente delicate, è la colonna sonora ideale per un momento di riflessione.

Ancora una volta quindi, Alberto Rigoni riesce a stupirci per la sua creatività e per la sua capacità di mettere in musica un panorama di emozioni così vasto, il tutto coinvolgendo l’ascoltatore dalla prima all’ultima nota. “Overloaded” è un lavoro da ascoltare a più riprese, non perché risulti in qualche modo di difficile comprensione, ma anzi perché una volta entrati nel circolo dei sentimenti che trasmette, è difficile uscirne.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Any And All Records

Anno: 2014

Tracklist:

01 What's on your mind?
02 Overloaded
03 Chron
04 Floating Capsule
05 Corruption
06 Ubick
07 Multitasking
08 Liberation
09 Glory of life (bonus track)


Sito Web: https://www.facebook.com/AlbertoTHEBASSRigoni?pnref=lhc

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login