Orion’s Reign – Recensione: Scores of War

Tempo di ristampe in casa Orion’s Reign: a poco più di due anni dalla sua uscita, torna disponibile “Scores of War” (2018), seconda prova sulla lunga distanza del combo ellenico. Grazie al lavoro e all’interessamento della Pride & Joy Music, abbiamo nuovamente la possibilità di ascoltare le undici tracce che hanno confermato a livello globale il valore di un gruppo da tenere d’occhio per le indubbie capacità compositive ed esecutive.

Se non vi siete mai imbattuti nella proposta della band, sappiate che i Nostri sono fautori di un Symphonic Power Metal arricchito da una preminente componente Epic. Il risultato è un amalgama ben strutturato e articolato che ammalia con i suoi contrasti tonali, la ricchezza degli arrangiamenti e una performance generale notevole.

Dopo la consueta intro sinfonica, veniamo immediatamente catapultati in un universo musicale affascinante e ricco di sfumature: dalle potenti cavalcate (“Together We March”), ai brani più cadenzati e folk (“An Adventure Song”), senza tralasciare episodi ora più suggestivi (“Withering Heart”), ora più articolati (come la conclusiva “Ride to War”). Ogni composizione potrebbe tranquillamente fare da colonna sonora a una scena di battaglia, preferibilmente immerso in atmosfere fantasy, che verrebbero esaltate dall’incredibile capacità evocativa degli Orion’s Reign.

Sia chiaro: le influenze di numi tutelari quali Rhapsody of Fire o Nightwish è evidente in ognuna delle diverse anime del quintetto ellenico ma, ciò che rende questo full lenght una prova meritevole di attenzione, è la maniera personale con cui il tutto viene proposto. Ascoltando la proposta dei Nostri, infatti, non possiamo non farci travolgere dalla capacità con cui riescono a trovare soluzioni intriganti che non mancheranno di catturare il vostro interesse. A tal uopo, basti citare una delle due bonus track che arricchiscono la ristampa di “Scores of War”: con coraggio, la band interpreta “Raining Blood” degli Slayer e lo fa trasformando un classico della musica estrema in qualcosa di personale, una rilettura riuscita e affascinante. 

In chiusura, segnaliamo la presenza di ospiti del calibro di Tim “Ripper” Owens (Judas Priest, Iced Earth) nel brano “Together We March”, Bob Katsionis (Firewind) e Mark Boals (Malmsteen) in “Last Stand”: tutti impreziosiscono il disco con una prova convincente e funzionale alla sua riuscita.

Se avete perso la prima occasione di ascoltare, adesso non fatevi scappare questo buon disco di Symphonic Power Metal. Nel frattempo, seguiamo con interesse il cammino degli Orion’s Reign nella speranza che in futuro non si limitano a ripetere cliché del genere ma continuino a sviluppare una proposta personale e credibile.  

 Orion s Reign Scores of War album 2021

Etichetta: Pride & Joy Music

Anno: 2021

Tracklist: 01. Elder Blood 02. Together We March 03. The Gravewalker 04. The Undefeated Gaul 05. An Adventure Song 06. Freedom Is Not Negotiable 07. Nostos 08. Warrior’s Pride 09. Withering Heart 10. Last Stand . 11. Ride To War 12. Way To Purgatory (Intro to bonus tracks) 13. Raining Blood (bonus track) 14. Dragonborn (bonus track)
Sito Web: https://www.orionsreign.com/

Pasquale Gennarelli

view all posts

"L'arte per amore dell'arte". La passione che brucia dentro il suo cuore ad animare la vita di questo fumetallaro. Come un moderno Ulisse è curioso e temerario, si muove tra le varie forme di comunicazione e non sfugge al confronto. Scrive di Metal, di Fumetto, di Arte, Cinema e Videogame. Ah, è inutile che la cerchiate, la Kryptonite non ha alcun effetto su di lui.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login