Celtachor – Recensione: Nuada Of The Silver Arm

La contaminazione tra black metal e musica celtica è un percorso seguito da numerose band in terra d’Irlanda, nazione orgogliosamente legata alla propria storia e tradizione. Molti di voi conosceranno di sicuro realtà come i Primordial e i Cruachan, gruppi di spicco nel settore e fonte di influenza per coloro che si sono avvicinati in seguito a questa particolare interpretazione della musica estrema.

Tra gli ensemble di ultima generazione ci sono appunto i nostri Celtachor, five-piece di Dublino foriero della suddetta ibridazione che vede negli acts nominati i principali punti di riferimento. “Nuada Of The Silver Arm” è la seconda fatica sulla lunga distanza per questo gruppo, che interpreta il celtic/black metal in modo molto spigoloso e solido attraverso strutture potenti e ricorsive tra le cui pieghe trovano spazio gli strumenti d’epoca, utilizzati per creare parti atmosferiche ed emozionanti.

Bravi, ma non molto più che continuatori, i Celtachor inanellano nove tracce (comprensive di due brevi strumentali) di black metal dal flavour epico suonato con indubbia competenza ma che di personale ha ben poco. Ciò non toglie come gli irlandesi propongano le loro canzoni con la stessa furia battagliera degli eroi di cui parlano, lasciando trapelare tutta la convinzione e l’onestà insita in questo progetto.

L’ascolto è comunque scorrevole e contiene buoni episodi di genere come “King Eochaid’s Fall” e “Second Battle Of Magh Tuireadh”, valorizzati dal potente screaming di Stephen Roche e con intriganti parti folcloristiche di flauto e chitarra acustica, valore aggiunto della maggior parte dei pezzi.  Nulla che non sia stato già detto, resta però una grande passione per canzoni viscerali e fiere che di certo incontreranno il favore degli abituali fruitori di queste sonorità.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Trollzorn Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. Arrival Of The Tuatha
02. The Mighty Sreng
03. King Eochaid's Fall
04. Bres
05. Nuada Of The Silver Arm
06. The Gathering At Teamhair
07. Second Battle Of Magh Tuireadh
08. Nuada's Burial
09. Uaithne: The Dagda's Harp


Sito Web: http://www.celtachor.com/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login