Midnight – Recensione: No Mercy For Mayhem

Satana, sesso e metallo. Esattamente tutto quello che serve per rendere una band simpatica da subito. Il gruppo in questione sono i Midnight, tre cazzoni di Cleveland cresciuti a metal anni’80, con una particolare devozione per quelle band che hanno gettato i semi malefici della scena estrema. Venom dunque, ma anche Celtic Frost, Bathory e ovviamente uno sguardo ben puntato al vasto underground americano dell’epoca.

A questo aggiungiamo una subdola vena di alcolico rock’n’roll alla Motorhead e il gioco è fatto. I Midnight, inutile specificarlo, premono sull’acceleratore per tutta la durata del disco, ma le loro esecuzioni sono tecnicamente ben fatte e il sound è pulito. Non sempre questo accade per un gruppo che se ne sta orgogliosamente a cavallo tra un thrash metal d’annata e sonorità proto-black, tanto che in questo miasmatico calderone troveremo spazio anche per passaggi orecchiabili e quelle melodie azzeccate che fanno da contro-altare alla violenza del pezzo, invitando a un headbanging divertito.

Forse i Midnight si prendono anche poco sul serio, tanto le liriche appaiono eccessive, ma di sicuro indovinano i brani attraverso dei refrain gustosi cantati a gola rossa dalla voce sardonica di Athenar (al secolo Jamie Walters, magari qualcuno di voi lo ricorderà nella mark II dei veterani Destructor), mentre la chitarra di Shaun Vanek si prodiga in assoli incisivi ma sempre accattivanti.

E’ così che tra la motorheadiana “Evil Like A Knife”, l’irresistibile thrash’n’roll di “The Final Rape Of Night” o ancora l’intransigente “Whiplash Disaster”, l’album scorre che è un piacere, svelandoci una facciata sbronza e festaiola del metal estremo che forse non ha molto da dire a livello di inventiva, ma quando è resa con tanta passione ed ironia, diverte e anche parecchio.

Voto recensore
7
Etichetta: Hells Headbangers

Anno: 2014

Tracklist:

01.  Penetratal Curse
02.  Evil Like A Knife
03.  Prowling Leather
04.  No Mercy For Mayhem
05.  The Final Rape Of Night
06.  Degradation
07.  Woman Of Flame
08.  Try Suicide
09.  Whiplash Disaster
10.  Aggressive Crucifixion
11.  Destroy Tsunami’s Power (CD Bonus Track)


Sito Web: https://www.facebook.com/pages/Midnight/87909491643

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login