The Sabbathian – Recensione: Latum Alterum

La cattiva notizia è che sto invecchiando. Non ho altra spiegazione per aver pensato, a metà disco “bella questa canzone, però potevano abbassare un po’ la batteria“. La buona notizia invece è che, giunti al primo lavoro su lunga distanza ben 5 anni dopo il debutto su EP, i Sabbathian di Chad Davis (già membro di Hour of Thirteen e di una miriade di altre band minori), ed Anette Uvaas Gulbrandsen (Nàttsòl e Mandylion, ogni riferimento agli olandesi The Gathering non è da ritenersi casuale) raggiungono un obiettivo che i Windhand disco dopo disco continuano a mancare malamente. Le melodie che il duo (dopo l’abbandono del chitarrista Joey Downs, Altar Blood) compone sono estremamente varie, e potrebbero appartenere ad una delicata ballata nordica (“Liti Kjersti“), ad un canto di battaglia (“Head of a Traitor“) al rigurgito acido di una garage band (“The Brightest Light“), o addirittura ad un sogno erotico giovanile di Tony Iommi (“One Night of Cruelty“), ma sono tutte presentate in un’elegante confezione doom, che mai annoia. 

Di fronte a tanto talento, però, quasi indispettisce la scelta di arrangiamenti scarni, che sminuiscono il potenziale di queste canzoni, e che invece l’abbraccio prima fangoso e poi desertico di “Embrace The Dark” fa emergere prepotentemente. In ogni caso, la chiusura epica ed al tempo stesso struggente di “Evig Hvile” lascia comunque intravedere un futuro radioso per la band. “Latum Alterum” è quindi un debutto promettente, che, con ogni probabilità, un produttore più smaliziato avrebbe trasformato in un piccolo successo; tutto sommato, per ora ci si può accontentare. Consigliatissima l’edizione in doppio cd, che comprende anche l’EP “Ritual Rites“.   

Voto recensore
7,5
Etichetta: Svart Records

Anno: 2019

Tracklist: 01 Requiem… 02 The Brightest Light 03 Liti Kjersti 04 Head of a Traitor 05 One Night of Cruelty 06 Embrace The Dark 07 Evig Hvile 08 Libera me… 09 This Secret Obscure (Bonus track)
Sito Web: https://www.svartrecords.com/product/latum-alterum/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login