Derdian – Recensione: Human Reset

I Derdian hanno trovato l’America nella terra del Sol Levante. Così come il precedente “Limbo” anche il nuovo “Human Reset” vede la luce grazie agli sofrzi della label giapponese Spiritual Beast, che dà alle stampe il disco numero cinque in carriera per la band lombarda. Ed i nostri si confermano ai vertici del power metal sinfonico internazionale, con un lavoro decisamente riuscito e completo, pur percorrendo una strada sicura e già battuta in passato.

Più che ai Rhapsody Of Fire, i Derdian si avvicinano al sound di Luca Turilli, per l’utilizzo insistito di barocchismi e musica classica, senza però esasperare le orchestrazioni a livello cinematografico, come nei cd del chitarrista triestino. “Human Reset” si presenta con una doppietta vincente, la title track ed “In Everything”, song dirette ed estremamente orecchiabili nei refrain, in cui fanno capolino intermezzi in lingua italiana, a supportare i cori epici. Con “Mafia” i Derdian iniziano ad inserire alcune divagazioni prog nelle ritmiche, con tempi spezzati a sorreggere i guitar riff, senza mai abbandonare le consuete aperture vocali di Ivan Giannini. Il cuore di “Human Reset” è contraddistinto da un paio di episodi complessi ed articolati, tra cui spicca “Wrtite Your Epitaph”, brano disegnato su un fraseggio di pianofote con stacchi barocchi ed un assolo neoclassico, che innalza i nostri al top del genere. L’esperienza ed il duro lavoro alle spalle di tutti questi anni, ha permesso ai Derdian di compiere passi in avanti non solo dal punto di vista tecnico – strumentale, ma soprattutto nella creazione di atmosfere emozionanti, capaci di alternare momenti drammatici ad altri maggiormente happy nell’anima (“Absolute Power”).

Un messaggio a tutti i defender: non lasciatevi sfuggire questo gioiello di symphonic power metal ed ordinatelo direttamente dal sito della band. Arricchirete la vostra collezione di un album maturo e completo, professionale a partire dalla grafica, fino alla produzione, a conferma che i Derdian non hanno voluto lasciare nulla al caso. “Human Reset” risponde alla grande al recente ed ottimo “The Phanotonauts” dei Qantice. Italia – Francia: 1 – 1.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Spiritual Beast / Import

Anno: 2014

Tracklist:

01. Eclipse (intro)

02. Human Reset

03. In Everything

04. Mafia

05. These Rails Will Bleed

06. Absolute Power

07. Write Your Epitaph

08. Music Is Life

09. Gods Don't Give A Dream

10. After The Storm

11. Alone

12. Delirium (instr.)

13. My Life Back

 


Sito Web: http://www.derdian.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login