Jaded Heart – Recensione: Guilty By Design

Continua la mutazione stilistica dei Jaded Heart, che da tempo ormai hanno dimostrato di volersi allontanare progressivamente dal sentiero del melodic rock, stole che li caratterizzava a inizio carriera, per orientarsi verso un hard & heavy sempre più duro e appesantito. C’è quindi una continuità di stile con il lavoro precedente, quel “Fight The System” di un paio di anni fa che non aveva lasciato un segno particolare per via di una serie di brani che non riuscivano a sfondare la barriera del buon compitino ben fatto. “Guilty By Design” in un certo senso cerca leggermente di tornare alle origini con brani che deviano leggermente verso l’hard rock, non azzardano moltissimo in fatto di velocità dei brani o di “esplosioni” sonore, a cominciare da un artwork di copertina che ripropone, seppur rivisitate, alcune delle icone del rock and roll di vecchia fattura. Ci sono poi, è vero, i brani che escono da questa regola di base, come ad esempio “Bullying Me“, che inizia in un modo decisamente più arrabbiato rispetto alla media, ma in generale i Jaded Heart hanno cercato di alleggerire leggermente il proprio sound. I richiami al mondo del rock melodico sono evidenti soprattutto nella prima parte dell’album; un tappeto dinamico di tastiere dà maggiore morbidezza a “No Reason“, mentre “Godforsaken” alterna una strofa più melodica a un ritornello dall’incedere più deciso. In coda al disco troviamo invece “This Is The End“, mid tempo che inizia come la più classica delle power ballad e che poi si indurisce con lo scorrere dei minuti e diventa interessante per alcune belle parti vocali.

L’impressione generale per questa nuova fatica dei Jaded Heart non si discosta molto da quella del suo fratello maggiore; probabilmente, raccogliendo i migliori estratti dell’uno e dell’altro, si riuscirebbe ad estrarre un album unico di livello superiore, ma considerando che, sommando i pezzi dell’uno e dell’altro, arriveremmo alla ragguardevole somma di 25 titoli, salvarne a malapena 8 da così tanto lavoro non dovrebbe essere una grande soddisfazione.

Jaded Heart Guilty By Design

Voto recensore
6,5
Etichetta: Massacre Records

Anno: 2016

Tracklist: 1. No Reason

2. Godforsaken

3. Seven Gates Of Hell

4. Remembering

5. Rescue Me

6. Salvation

7. No Waiting For Tomorrow

8. Watching You Die

9. So Help Me God

10. Bullying Me

11. This Is The End

12. Torn And Scarred
Sito Web: https://www.facebook.com/jadedheartmusic/?fref=ts

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login