Crazy Lixx – Recensione: Crazy Lixx

Sono passati circa due anni da quando gli svedesi Crazy Lixx hanno dato alle stampe il loro ultimo album, un Riot Avenue” (la recensione) che li confermava come una band con una buona sostanza di fondo, anche se forse un po’ della cristallina energia dei primissimi lavori andava perdendosi. Non è passato quindi molto tempo, e difatti la band ha mantenuto più o meno inalterata la tipologia di brani eseguiti, consolidando il proprio amore per il glam influenzato dagli anni ’80, tutto riff di chitarra, drumming preciso ed incisivo e più voci a sostenere i testi.

Anche questo lavoro viene agevolato da una produzione eccellente, che mette bene in risalto la voce e le numerose parti corali, che accompagnano praticamente tutte le tracce. L’album inizia comunque molto bene con “Hell Raising Women”, che come è prerogativa dei lavori di questo gruppo, è un’esplosione di energia caratterizzata da un ritornello accattivante. Non ci sono ballad vere e proprie, ma solo brani leggermente rallentati rispetto al carattere generale, e in generale l’album si fonda si una serie di ritornelli divertenti e facili da memorizzare. “Crazy Lixx” è un disco solido, dinamico, molto adatto ad essere riproposto in sede live (e questi svedesi dal vivo se la cavano molto bene, come avrà riscontrato chi li ha visti dal vivo ad esempio nella loro ultima esibizione in Italia al Frontiers Rock Festival), che oscilla, per quanto riguarda i testi, fra l’ironia fine a se stessa, l’amore per il rock e qualche riflessione un po’ meno faceta sulla vita e sull’amore. Niente di nuovo neanche da questo punto di vista, insomma, ma c’è comunque modo di divertirsi lungo tutto il percorso tracciato dai diversi brani. Spiccano in particolare “Girls Of The 80’s” e “Ain’t No Rest In Rock N’ Roll”, che esprimono in pieno lo stile dello sleaze rock nordeuropeo attuale e divertono senza esprimere concetti eccelsi. Inoltre, i Crazy Lixx per ora sono riusciti nell’intento di realizzare quattro album validi, senza cadute di stile particolari, e non è una cosa da poco.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2014

Tracklist:

01. Hell Raising Women
02. Sound Of The Loud Minority
03. Outlaw
04. Girls Of The 80’s
05. I Missed The Mark
06. All Looks, No Hooks
07. Ain’t No Rest In Rock N’ Roll
08. Call To Action
09. Heroes Are Forever
10. Psycho City
11. Wrecking Ball Crew


Sito Web: https://www.facebook.com/crazylixx?fref=ts

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login