Inveracity – Recensione: Circle of Perversion

Ventotto minuti e una manciata di secondi per diventare un piccolo culto del brutal underground. Una scommessa vinta per Unmatched Brutality, label che ora non esite più ma che ha prodotto band storiche per chi ama i blast beat, come: Brodequin, Guttural Secrete e Liturgy. Questo disco ha gettato una nuova luce sul movimento brutal ellenico, creando attenzione ed aspettative visto il livello del “prodotto” in questione.

Fautori di un metal estremo senza compromessi, gli Inveracity senza mezze misure ci tirano un bel pugno nello stomaco aprendo con “Savagely Beaten”. Veniamo immediatamente travolti dalla ferocia del quartetto. Un mélange letale di voce gutturale, accelerazioni e down tempo, blast beat, cambi, pich harmonic il tutto surrogato da taglienti riff e da quel tocco di epicità come in “Unconscious”. La produzione è buona ma non troppo pulita, sporca quel giusto per non far sembrare gli Inveracity una moderna band di plastica, senza passione ed attitudine, e quel tanto che basta ad evocare glorie passate come i Suffocation e i Dying Fetus. Un’altra mazzata ci arriva con la soffocante “Blood of Impurity”, in generale scorrendo via via le song ci si accorge come i ragazzi ellenici si nutrano di groove a colazione: “She Died in my Arms” e “Eleven” ne sono la conferma.

Questo cd prende vita grazie a quel circolo perverso che si instaura dentro di noi come un demone durante l’ascolto , rendendo il disco un qualcosa di interessante nonostante la proposta sia un trito di vecchie glorie catapultate nel ventunesimo secolo.

Etichetta: Unmatched Brutality

Anno: 2003

Tracklist:

01.Savagely Beaten
02.Repulsed by Vaginal Reek
03.Fistfuck Sodomy
04.Defloration
05.Unconscious
06.Ejaculation Over Mutilation
07.Blood of Impurity
08.Compulsive Degradation
09.She Died in My Arms
10 Eleven
11.Multiple Homicide


Sito Web: https://www.facebook.com/pages/INVERACITY-OFFICIAL/542467252459110?fref=ts

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login