Header Unit

Decapitated – Recensione: Blood Mantra

I Decapitated sono una di quelle band a cui va riconosciuta una tenacia fuori norma. In verità questa forza ha un nome, ovvero quello del leader e chitarrista Wacław “Vogg” Kiełtyka, è stato infatti grazie alla dedizione messa dal nostro nel portare avanti il discorso artistico che i Decapitated sono sopravvissuti alla tante difficoltà di questi anni (tra cui va ricordata ovviamente l’incidente che ha ferito gravemente lo stesso Vogg e ucciso il fratello Vitek).

Dopo tre anni dal valido “Carnival Is Forever” (la recensione) e gli immancabili cambi di line-up, con una base ritmica completamente rinnovata, Vogg torna a dar vita al progetto attraverso l’ennesimo piccolo mutamento, spostando, ma solo parzialmente, il tiro della musica dal techno-thrash-death metal delle ultime uscite, per accentuare il lato più d’impatto e groovy, ma anche quello psichedelico e oscuro.

Blood Mantra” diventa così un macigno dalla potenza invidiabile, che probabilmente risulterà devastante quando portato dal vivo, ma che avvolge e trasporta, pur rimanendo leggermente al di sotto alle ultime opere, almeno per ciò che concerne l’inventiva e la complessità della scrittura.

A partire da “Exiled In Flesh”si capisce che la band a questo giro abbia preferito puntare meno sulle dissonanze e le rotture ritmiche, cercando una strada diversa per raggiungere lo stesso risultato carico di autentica violenza e heaviness. Idea confermata dalla successiva “The Blasphemous Psalm to the Dummy God Creation”, tra i brani più violenti e dirompenti incisi negli ultimi anni.

A fare da contrappeso a tanto impatto arrivano però spesso distorsioni brutali e devianti (ormai definibili come tipiche per i Decapitated), ma anche loop ritmici dal taglio modern-thrash (come nella title track “Blood Mantra” ed esempio – il video), per culminare in una sorprendete virata verso l’industrial e al psichedelia più pesante con la lunga “Blindness”.

Un lavoro ancora una volta ottimo, ricco di qualità esecutiva e impregnato come mai prima di atmosfera. Manca poco al centro perfetto.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2014

Tracklist:

01. Exiled In Flesh
02. The Blasphemous Psalm To The Dummy God Creation
03. Veins
04. Blood Mantra
05. Nest
06. Instinct
07. Blindness
08. Red Sun


Sito Web: http://www.decapitatedband.net/

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login