Header Unit

Vescera – Recensione: Beyond The Fight

Metal melodico molto tradizionale quello proposto dal veterano Mike Vescera, al sesto album solista (se si considerano anche quelli usciti a nome Mike Vescera Project) in una carriera che lo ha visto protagonista con Malmsteen, nei Loudness e negli Obsession solo per nominare alcune delle band di cui ha fatto parte. “Beyond The Fight” è composto da un lotto di canzoni abbastanza ordinarie e di maniera, costruite ad hoc per mettere in risalto le doti vocali di Vescera e poco più. In questo senso i compagni di viaggio (Mike Petrone alla chitarra, Frank Leone al basso, Fabio Alessandrini alla batteria) fungono da valido supporto, in particolare qualche fuga di Petrone e il drumming possente di Alessandrini ben si inseriscono nel quadro sonoro.

Non punta a stupire la proposta musicale del cantante americano, e questo non necessariamente è un male se il target è un pubblico innamorato del genere in cui Vescera si è fatto apprezzare, eppure il gioco funziona decisamente meglio e si fa più interessante quando i brani si fanno più fluidi ed articolati, come le epiche “In The Night” e “Looking For Trouble”, a tratti intense con il loro generoso carico di nostalgia, o la più melodica “Dynamite”. Meglio ancora la variegata “Suite 95” che cerca – pur rimanendo negli schemi – qualche movimento meno banale e scontato, riassumendo nella sua strategica posizione di chiusura potenzialità e spunti altrove inespressi.

“Beyond The Fight” rimane un album consigliato soltanto ai fan di sonorità più fuori tempo massimo che vintage, nonché a chi ha apprezzato Vescera nel corso della sua carriera. Gli altri possono tranquillamente farne a meno.

Voto recensore
5,5
Etichetta: Pure Steel Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. Blackout in Paradise 02. In the Night 03. Stand and Fight 04. Dynamite 05. Looking for Trouble 06. Vendetta 07. Troubled Man 08. Never Letting Go 09. Suite 95
Sito Web: https://www.facebook.com/michael.vescera.1

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login