Robert Tepper – Recensione: Better Than The Rest

Nome di culto per i fan dell’AOR, noto pure al grande pubblico per il suo contributo alla colonna sonora di “Rocky IV” (Sylvester Stallone era un suo grande fan e lo ha coinvolto nella colonna sonora di altri suoi film), Robert Tepper torna dopo sette anni: l’ultimo album, autoprodotto, risale al 2012, anche se nella sua carriera ultratrentennale Tepper ha continuato a lavorare per TV e cinema.

“Better Than The Rest” è stato scritto e realizzato insieme a Pablo Padilla, chitarrista spagnolo molto noto in patria e divenuto negli anni collaboratore fisso di Tepper, ed è un lavoro che – pur non brillando per freschezza o dinamismo – è stato realizzato con classe e passione ed accontenterà, quindi, i fan del genere. La voce, nel bene e nel male, è segnata dagli anni: magari non è splendida ma sicuramente trasuda esperienza e sincerità, conferendo a molti dei pezzi in scaletta un respiro cantautoriale accanto alla consueta elegante ricerca della melodia ad effetto.

In mezzo ad alcuni brani più di maniera, vale la pena segnalare l’efficace crescendo emotivo di “Testimony” e la deliziosamente (e ci mancherebbe altro!) zuccherosa e sinuosa “Beyond The Atmosphere”. L’apice però Tepper lo raggiunge con il pop ruffiano di “I Don’t Want To Make You Love Me”: anacronistico quanto vogliamo, ma lui può ben permetterselo.

“Better Than The Rest” è un album che è il chiaro richiamo ad un’epoca, un lavoro non sempre ispiratissimo ma pur sempre gradevole e con il merito di regalare qualche sprazzo di classe di un musicista che, piaccia o no, ben rappresenta quegli anni.

Etichetta: AOR Heaven

Anno: 2019

Tracklist: 01. Why Does over (Have to Be so Sad) 02. Better Than the Rest 03. All That We Never Have 04. Testimony 05. Time Just This Time 06. My Yesterday 07. Tell Me You Love Me 08. Show Me Where the Light Is Going 09. Beyond the Atmosphere 10. I Don't Want to Make You Love Me 11. You Know Just How You Feel
Sito Web: http://www.roberttepperworld.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login