Header Unit

Asia – Recensione: Axis XXX Live In San Francisco

Ancora un live degli Asia? Questa la prima domanda che viene da porsi, ma va detto subito che “Axis XXX Live In San Francisco” ha il merito di far dimenticare il pessimo “High Voltage” uscito l’anno scorso, e di trovare il motivo della propria esistenza nella celebrazione dei 30 anni di attività della band: il concerto, infatti, è stato registrato nel 2012 con la line up classica Wetton-Downes-Howe-Palmer e la produzione rende giustizia al sound della band. Tutto ciò, unito ad una scaletta ineccepibile, ne fa un valido compendio del supergruppo, ancora capace di emozionare.

La sempre commovente “The Smile Has Left Your Eyes“, in una versione particolarmente articolata, e la vigorosa “Cutting It Fine” con l’emozionante coda strumentale sono i brani che spiccano tra quelli che hanno fatto la storia della band. Accanto ai classici sono proposti, nel primo CD in particolare, alcuni pezzi meno noti, tra i quali vale la pena menzionare almeno la cavalcata “Tomorrow The World” e la solenne “I Know How You Feel“.

Più in generale, l’album si può dire pienamente riuscito in quanto riesce a far convivere perfettamente il passato e il presente di una band ancora capace di scrivere ed eseguire ottima musica.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers

Anno: 2015

Tracklist:

CD1

01. Introduction
02. Only Time Will Tell
03. Wildest Dreams
04. Face On The Bridge
05. Time Again
06. Tomorrow The World
07. Ride Easy
08. Pyramidology
09. The Golden Mean
10. I Know How You Feel
11. Don’t Cry
12. The Smile Has Left Your Eyes

CD2

01. Cutting It Fine
02. Holy War/Drum Solo
03. An Extraordinary Life
04. Here Comes The Feeling
05. Open Your Eyes
06. Sole Survivor
07. Heat Of The Moment


Sito Web: http://originalasia.com/

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login