Chelsea Grin – Recensione: Ashes To Ashes

Amati ed odiati da egual numero di persone, i Chelsea Grin sfornano la loro terza fatica dal titolo emblematico “Ashes To Ashes”, che non riesce a spostare l’ago della bilancia dall’una o dall’altra parte, risultando un lavoro sì completo, ma comunque non tale da far sobbalzare l’ascoltatore sulla sedia.

Sebbene la formula Deathcore sia rimasta praticamente inalterata, il songwriting appare più maturo rispetto al passato: fanno bella mostra di sé i soliti breakdown, growlings e screamings del singer Alex Koehler egregiamente supportati dal drumming possente di Pablo Viveros, entrato a far parte del gruppo nel 2012.

L’opener “Playing With Fire” (ascolta qui il brano) è l’episodio che meglio aderisce ai canoni del sestetto: chitarre downtuned, breakdown a iosa, linee vocali che passano da profonde frequenze ad altre elevatissime, ma non si tratta comunque di un brano sorprendente. Nella successiva “Pledge Alliance” lo spettro d’azione inizia ad ampliarsi, inglobando in esso anche aperture melodiche che allietano una struttura musicale altrimenti alquanto ripetitiva, sulla falsa riga del singolo “Don’t Ask, Don’t Tell” del precedente Ep “Evolve” (leggi qui la recensione). Sulla stessa lunghezza d’onda “Cheers To Us”, anche qui ritmiche Djent, violente e cadenzate, contrastano momenti maggiormente riflessivi, con liriche a tratti recitate, che si adagiano su tappeti musicali d’atmosfera. La parentesi strumentale di “Ashes” crea invece la giusta attesa per la conseguente “…To Ashes”: in questa song dalla durata di poco superiore ai due minuti, i nostri mettono in campo tutte le loro doti musicali, in particolar modo quelle dei due axemen Jake Harmond e Dan Jones, i quali si lanciano in articolati fraseggi di sicuro impatto. Tra gli altri occorre citare “Clockwork” (ascolta qui il brano) in cui il singer crea liriche sofferte che alternano urla lancinanti a passaggi più epici, mantenendo comunque intatto il timbro sporco e cavernicolo.

Sebbene “Ashes To Ashes” non sia un capolavoro, rappresenta per il combo statunitense la migliore uscita fino a questo momento, riuscendo nel marasma di bands Deathcore a ritagliarsi uno spazio vitale necessario per rimanere in attività e mantenere una propria personalità.

Voto recensore
6.5
Etichetta: Artery Recordings / Razor & Tie

Anno: 2014

Tracklist:

01. Playing With Fire
02. Pledge Allegiance
03. Morte ætérna
04. Nightmares
05. Illuminate
06. Sellout
07. Waste Away
08. Ashes…
09. …To Ashes
10. Angels Shall Sin, Demons Shall Pray
11. Letters
12. Cheers To Us
13. Clockwork
14. Undying
15. Dust To Dust…


Sito Web: http://www.chelseagrinmetal.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login