Stryper – Recensione: Reborn

Tornano dopo 15 anni di assenza i christian rocker per eccellenza, e lo fanno con un lavoro apre il suono ad una modernità inaspettata. Non siamo certo totalmente nella direzione del rock alternativo, ma alcuni elementi lasciano intendere la volontà della band di distaccarsi dal hard and heavy patinato di un tempo per addentrarsi in soluzioni maggiormente spigolose.

Il brano di apertura ci presenta un riff roccioso e una batteria pesante come il granito e la stessa voce di Sweet non si attarda su melodie mielose o su vocalizzi metallici preferendo un’intepretazione più cruda e dark.

Il paragone più immediato potrebbe essere con un album controverso come ‘Start From The Dark’ degli Europe, ma nell’animo degli Stryper resiste ancora una matrice classica che ben si evidenzia nei ritornelli e negli assoli.

Ancora più cupa la title-track, ma già il successivo ‘When Did I See You Cry’ mette in luce in modo pulito come la band si senta ancora vicina al sound di un tempo, soprattutto quando si tratta di far funzionare le parti melodiche (che non mancano anche in un contesto più tenebroso come quello qui descritto).

Un brano come ‘Make You Mine’ (ma anche il successivo ‘Passion’) ci porta invece più vicini al pop-rock graffiante dell’ultimo Bon Jovi, ma anche qui la differenza la fa la grande apertura di Sweet sul coro che dismostra come il nostro si trovi completamente a proprio agio anche senza sparate vocali.

Non ci sono punti deboli nell’intera tracklist, soprattutto quando le chitarre si fanno pesanti e la voce cattiva (‘If I Die) il che non lascia dubbi sull’ispirazione e la convinzione degli Stryper nel percorrere questa nuova via. A chiudere il cerchio ci pensa la versione aggiornata di ‘In God We Trust’, proposta con la grinta e la forza di chi ha dalla sua il giusto entusiasmo.

Non possiamo che fare il nostro plauso agli Stryper ed augurarci di poterli vedere dalle nostre parti.

Fondamentali.

Voto recensore
8
Etichetta: Mtm Music / Frontiers

Anno: 2005

Tracklist: 01. Open Your Eyes
02. Reborn
03. When Did I See You Cry
04. Make You Mine
05. Passion
06. Live Again
07. If I Die
08. Wait For You
09. Rain
10. 10,000 Years
11. I.G.W.T.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login