Bang Tango – Recensione: Ready To Go

Nulla è per sempre. Soprattutto lo scioglimento di un gruppo. E dunque tornano in studio anche i Bang Tango, dopo una tournee che li ha portati anche in Italia l’anno scorso. Il ritorno è abbastanza convinvcente, con un disco di sano hard rock come si faceva una volta: melodia in primissimo piano, ritornelli orecchiabili, chitarre distorte il giusto, arrangiamenti curati, qualche spruzzo di tastiera o pianoforte dove serve… insomma, vent’anni di carriera non passano invano, e l’esperienza a livello di songwriting si sente tutta. Se poi ci mette lo zampino anche quella vecchia volpe di John Corabi in fase di composizione il risultato è garantito. Rimane da capire cosa ci sia dei Bang Tango in questa formazione e nella sua musica: praticamente nulla, e non è quindi chiaro perchè il cantante Joe Leste abbia riesumato il vecchio nome e non abbia fatto uscire il disco a nome Beautiful Creatures (l’altro gruppo a cui appartiene, che ha sostanzialmente la stessa line-up). O meglio, il motivo può essere soltanto quello di sfruttare un nome discretamente noto per raschiare un po’ il fondo del barile del revival anni ’80…

Il disco comunque inizia bene, con un paio di brani molto diretti e melodici, in cui l’istrionico Leste mette subito in mostra i due differenti registri delle sue interpretazioni: ugola al vetriolo nella iniziale ‘Ready To Go’, convincente vena melodica nella successiva ‘I Come To See You’. Si prosegue abbasanza bene con brani efficaci, ma il disco paga un po’ la distanza, visto che prosegue con una serie di mid-tempo e ballate sempre dignitose ma che fanno poco per farsi ricordare, pochi sussulti e pochi cambi di ritmo, fino alla fine del disco. Insomma, qalche brano è decisamente di troppo, forse si poteva eliminare qualcosa, o quanto meno organizzare diversamente la successione delle traccie.

Sempre molto curati gli arrangiamenti, che portano il disco a elevarsi abbastanza sulla produzione media hard rock, e anche la produzione è sufficientemente annuale, pur se il tutto ammicca naturalmente ai cotonati anni ’80, anni d’oro in cui anche i Bang Tango hanno avuto la loro fettina di torta. Comunque un disco discreto, che sicuramente accontenterà tutti gli appassionati del genere, e pur senza raggiungere delle particolari vette compositive si mantiene sempre su buoni livelli e garantisce un buon numero di piacevoli ascolti.

Voto recensore
6
Etichetta: Mascot/Edel

Anno: 2004

Tracklist:

01. Ready To Go
02. I Come To See You
03. It Ain't Easy
04. Rainy Day
05. Other Side, The
06. She Knows Better
07. Roll Me Over
08. Save Myself For You
09. Love The Life
10. Most Important Thing
11. Tell Me
12. Carry On


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login