Rapture

Voto
recensore

8,5

Voto
utenti

-

Rapture

Romeo's Daughter

Track Listing

01. Trippin' Out
02. Bittersweet
03. Cannot Be The One
04. Keep Walking
05. Lightning
06. Alive
07. Fly Away
08. Make My Dreams Come True
09. Precious Thing
10. Talking Love
11. He's Mine
12. Will Be

Vota questo album:

Sono passati diciannove lunghi anni da quando i Romeo’s Daughter uscirono silenziosamente di scena mentre l’ondata nera del grunge stava rovinosamente seppellendo tutte quelle realtà musicali che fino a qualche tempo prima brillavano d’immenso come stelle lucenti nel firmamento del rock di classe.

Ora i tempi bui sono solo un lontano ricordo pertanto è meraviglioso constatare che la band sia tornata (nella line up originale) a regalare emozioni con la propria musica e poco importa se questo comeback avviene sotto forma di autoproduzione perché “Rapture” è un album sorprendente  e meraviglioso.

Il sound si spoglia da quella sgargiante enfasi di un tempo e si fa più maturo senza però perdere il trademark originario del combo che anzi si arrichisce con reminescenze sonore alla The Corrs (epurandone le striature folk) risultando insomma un pop rock elegante e lussuoso.

Curioso, a tal proposito, notare come le carriere musicali di Robert John “Mutt” Lange e del combo britannico si intreccino: il ‘re Mida’ della musica sembra essere il perenne  modello d’ispirazione della band infatti  nel lontano 1988 egli produsse il loro disco d’esordio abbellendolo con iniezioni sonore Def Leppardesque mentre in questa nuova occasione i Romeo’s Daughter si ispirano allo stile “The Corrs” che lo stesso producer, sempre con il suo savoir  faire, ha aiutato a rendere assolutamente speciale e famoso in tutto il mondo (Ricordiamo a proposito la hit “Breathless”).

Premere il tasto ‘Play’ equivale ad essere travolti da un fiume in piena, si è piacevolmente investiti da un flusso di emozioni positive: ”Rapture” è un perfetto concentrato di scorrevole musicalità forte di un songwriting ispirato (mai una nota fuori posto) , melodie intelligenti che viaggiano sui binari dell’easy listening, passaggi ed assoli di chitarra mai narcisisti ma pennellati con raffinatezza al momento giusto nel posto giusto e, tra l’altro, è impossibile spiegare a parole la performance vocale della bellissima Leigh Matty, una forza della natura che (neanche) nessun poeta potrebbe riuscire a descrivere.

Sarete veramente rapiti ascoltando le dodici perle presenti su questo album, citare alcune canzoni significherebbe quasi sminuire le altre ma volendo proprio rappresentare verbalmente l’autorevolezza della proposta musicale di questa nuova release bisogna rivelare la bellezza di “Bittersweet”,  “Cannot Be The One” e “Make My Dreams Come True” dondolanti in un’altalena di armoniose e dolci melodie, “Talking Love” dalle chitarre che non si sono completamente dimenticate come creare una emozionante canzone dal tocco Def leppardesque e che sfocia in chorus emozionanti ma la vera pietra preziosa del cd è la conclusiva “Will Be” (una ballad da brividi delicata ed emozionante) accompagnata da arpeggi ‘accarezza acqua del mare’ e resa speciale dalla voce sensuale della singer ovvero una creatura angelica con il microfono in mano (Sfido chiunque a dire il contrario dopo aver ascoltato il suo modo di cantare).

I Romeo’s Daughter sono tornati prendendo a pugni il destino e “Rapture”, seppur uscito in sordina, tiene testa ai precedenti lavori del combo britannico perciò non deve passare inosservato.

Un ritorno eccellente.

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login