Raging Speedhorn – Recensione: Lost Ritual

La loro prima omonima prova discografica risale al 2000 ed è stata seguita da altri quattro album (fra i quali “How The Great Has Fallen” e l’ultimo “Before The Sea Was Built” del 2007): ritorna il figliol prodigo Frank Regan (che si divide la voce con John Loughlin) e dunque tornano i Raging Speedhorn con “Lost Ritual”.

La “macchina d’odio a 12 gambe alimentata a birra” si fa introdurre da una suggestiva copertina e bastano pochi secondi di “Bring Out Your Dead” col suo riff portante per far capire che il motore è ancora oliato e reagisce bene al passare degli anni, riuscendo a far mangiare la polvere a molti novellini; più stoner e voce allo spasimo in “Halfway To Hell”, con il basso di Dave Thompson ben in evidenza nell’incipit di un intermezzo che piu 70s non si può proprio. Si sale di giri con “Motorhead”, un pezzo tirato e che concede qualche piccola variazione solo sul finale, sorretto da un chorus epico e che insieme a “Dogshit Blues” (rallentata soltanto nel finale) e “Shit Outta Luck” (il più breve di questo “Lost Ritual”) costituiscono la parte più veloce ed arrabbiata di ciò che sono i Raging Speedhorn oggigiorno.

La batteria di Gordon Morison, unitamente alle chitarre di Jim Palmer e Jamie Thompson, insieme ai già citati membri, segnano questo delirio sludge, sporcandolo di grunge come nel brano più lungo, “Ten Of Swords”, con un sinistro intermezzo di chitarra sola che rilancia il riff e si pone ai vertici di questo lavoro; lisergici, in grado di ottundere i sensi e creare un muro di suono strisciante, che si evolve come nella finale “Unleash The Serpent”, rallentando e arrivando alla conclusione in cui le voci sono al contrario, litania blasfema a corredare un lavoro diabolicamente in grado di penetrare nel cervello e non lasciarlo per tanto tempo.

Un ottimo ritorno per i Raging Speedhorn, che con questo “Lost Ritual” non creano niente di nuovo ma riescono a farlo dannatamente bene e a dimostrare di avere ancora tante cartucce da sparare e tanti palchi da infiammare sotto le bordate di questi nuovi pezzi, più seducenti e “stonati” che mai.

Raging Speedhorn - Lost Ritual

Voto recensore
7,5
Etichetta: Pledge Music

Anno: 2016

Tracklist: 01. Bring Out Your Dead 02. Halfway To Hell 03. Motorhead 04. Evil Or Mental 05. Ten Of Swords 06. Dogshit Blues 07. The Hangman 08. Shit Outta Luck 09. Comin’ Home 10. Unleash The Serpent
Sito Web: https://www.facebook.com/ragingspeedhorn/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login