La Strange – Recensione: Queen Of Disguise

Attenta come sempre alle realtà musicali di casa nostra, la nuova scoperta in zona Atomic Stuff si chiama La Strange, cantante mantovana dal respiro internazionale, dal momento che questo progetto nasce nel 2009 grazie all’intervento di un produttore londinese. L’obiettivo è quello di associare un’immagine da dark lady a una voce per la maggior parte del tempo delicata, che esegue brani di tipologia mista, inquadrabili come un pop rock con, nuovamente, matrice dark non portata all’eccesso. Siamo quindi di fronte a un album che gioca sui contrasti, riuscendo bene nel suo intento. A parte la curiosa cover di ‘Give It To Me’ di Michael Jackson, si rimane favorevolmente impressionati anche dalle ritmiche più heavy di ‘Addicted To Some Thoughts’ e dalle atmosfere rarefatte contenute in ‘Far Away’. La voce di La Strange è il fulcro attorno a cui ruota tutto il resto, una voce che chiede di essere considerata in tutto il suo essere, come un individuo che ha qualcosa di importante da dire attraverso la sua musica, e non solo una bella ragazza da guardare come si farebbe con tante altre. Buona la produzione e buone le parti strumentali, particolarmente gli assoli di chitarra, per quanto sporadici.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Atomic Stuff

Anno: 2012

Tracklist:

1. Control
2. Addicted To Some Thoughts
3. Enjoy All Their Lies
4. Far Away
5. Give In To Me
6. The Perfect Husband
7. In The Silence
8. Keep Goin’ On
9. Queen Of Disguise
10. You Finally Knocked Me Down


Sito Web: www.lastrangemusic.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login