Pure Reason Revolution – Recensione: Above Cirrus

I Pure Reason Revolution erano ritornati in pieno lockdown, dopo qualche anno di pausa, con un album decisamente riuscito come “Eupnea” e decidono di non arrestare il loro abbrivio re-integrando ufficialmente Greg Jong nei ranghi del gruppo per concretizzare il ritorno alle origini, che in tanti auspicavamo, con il recupero di quel modern prog senza paragoni calzanti che avevano avuto l’ardire di creare nei primi anni 2000.

“Our Prism” ha dei suoni molto cupi e secchi stemperati solo dagli immancabili intrecci vocali del trio inglese; per gustare invece il lato psichedelico dei Pure Reason Revolution basta attendere “New Kind Of Evil” pezzo permeato da una melodia conturbante e da scenari musicali differenti.

Ovviamente i lavori su “Above Cirrus”, questo il titolo del nuovo album, sono stati anticipati (come successo ad altre band) non avendo avuto la possibilità di andare in tour (anche se recentemente i nostri hanno suonato di spalla ai Gazpacho per qualche data).

Dopo un album dai contenuti personali per Jon Courtney (incentrati sui problemi polmonari della figlia nata prematura) il nuovo album si rivolge al macrocosmo… e proprio alla luce di un virus che attacca le via respiratorie che si è trasformato in pandemia (strani giochi del destino); “Phantoms” rimanda alle sperimentazioni di “Amor Vincit Omnia” ma con un tiro ed un lato oscuro decisamente nuovi e non tralascerei di sottolineare la convincente prova dello storico session drummer scozzese Geoff Dugmore (The Europeans, Killing Joke tra le innumerevoli collaborazioni) che da una spinta notevole a tutti i pezzi, segnatamente la lunga “Scream Sideways” non puntando su passaggi ultra tecnici ma su groove, potenza e variazioni inaspettate un po’ alla maniera di batteristi come Matt Cameron o Josh Freese.

Il singolo “Dead Butterfly” è decisamente legato sia a “Eupnea” che ai momenti migliori di “The Dark Third” e sintetizza al meglio quello che è ormai il trademark dei britannici, musica senza generi e paletti precostituiti e che è sempre un piacere reincontrare sul proprio cammino.

Etichetta: Inside Out Music

Anno: 2022

Tracklist: 01. Our Prism 02. New Kind Of Evil 03. Phantoms 04. Cruel Deliverance 05. Scream Sideways 06. Dead Butterfly 07. Lucid
Sito Web: https://www.purereasonrevolutionofficial.com/

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login