Last Minute To Jaffna – Recensione: Promo 2006

Girovagando per Londra puo’ capitare di imbattersi in una rivista, Rocka Rolla, con copertina nera a pois rosa shocking, che attrae anche per la qualita’ delle band intervistate, fra cui spiccano come band del mese i nostrani Ufomammut ed Ephel Duath a dimostrazione che la scena nazionale e’ snobbata, si’, ma molto piu’ da noi che all’estero. Nell’intervista ai primi, vengono citate alcune band emergenti, fra cui tali Last Minute To Jaffna.

Incuriositi, potreste partire alla ricerca di tali band, ovviamente con pochi frutti, fino a quando non vi vedreste recapitare un ‘Promo 2006’ proprio da parte dei suddetti ‘Last Minute…’, nome azzecatissimo visto come sta andando il mondiale…

E potreste capire anche come mai una band spettacolare come gli Ufomammut scelga di citare proprio loro: non tanto per la conterraneita’ o per la medesima formazione stilistica, quanto piuttosto per capacita’, espressive piu’ che tecniche, davvero fuori dal comune. In soli due brani e 24 minuti, questi cinque fan sfegatati di Neurosis, Cult Of Luna e Sunn 0)) riescono a confluire tutte queste influenze mantenendo comunque chiara una propria impronta distintiva. I continui passaggi fra parti melodiche e pesanti, le chitarre che disegnano litanie strazianti, i growl che arrivano a spezzare la calma sono tutti elementi gia’ sentiti ma che i Last Minute… riescono a fare propri con interessante naturalezza.

Non si tratta di una proposta facile, e’ tutta roba da sentire con calma in camera e non passeggiando per la strada, ma al termine del primo ascolto quei 24 minuti non ci metteranno niente a diventare un paio d’ore.

Voto recensore
7
Etichetta: Autoprodotto

Anno: 2006

Tracklist: 01. Dawn 02. Heating The Blood

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login