Product Of Hate – Recensione: Buried In Violence

Gli statunitensi Product Of Hate giungono dopo tre lavori indipendenti (un EP e due singoli) al loro album di debutto “Buried In Violence” per Napalm Records.

Mixato e masterizzato dal talentuoso chitarrista James Murphy (Testament, Death, Obituary) i cinque del Wisconsin ci propongono 44 minuti di questo “prodotto dell’odio”, un thrash moderno spinto da un cantato metalcore frenetico. Tecnicamente ineccepibile lascia però un retrogusto amaro per un songwriting stereotipato con riff e soluzioni melodiche prevedibili per il genere, che vi darà l’impressione di aver scoperto tutto dopo una manciata di brani. Complice forse delle vocals che potrebbe lasciare più spazio agli strumenti dando respiro a brani che rischiano, a volte, di confondersi a livello di intenzioni e atmosfere. Prova di questo è “Monster” (video ufficiale), uno dei pezzi più vincenti del lotto, dove l’apertura melodica del ritornello e l’alternanza di assoli riescono a dare quel “di più” che manca nel corso della playlist. Tutto ciò non fa di “Buried In Violence” un brutto album, una produzione potente e pulita lo rende un prodotto competitivo, “…As Your Kingdom Falls” “Revolution Of Destruction” o la title track sono certamente buoni brani che dal vivo infiammeranno il pubblico scatenando il moshpit. A chiudere l’album una ottima versione della storica “Perry Mason” di Ozzy Osbourne che non lascia dubbi sulla capacità del combo di saper intraprendere strade alternative.

Resistere alla prova del tempo sarà possibile aggiungendo quel pizzico di personalità in più che permetterà a questa band di non rimanere nascosta dall’ombra di nomi più grossi, e certamente questi ragazzi hanno tutte le carte in regola e le capacità per poterlo fare.

product of hate - buried in violence

Voto recensore
6,5
Etichetta: Napalm Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Kill. You. Now. 02. Annihilation 03. ...As Your Kingdom Falls 04. Blood Coated Concrete 05. Monster 06. Buried in Violence 07. Vindicare 08. Nemesis 09. Revolution of Destruction 10. Unholy Manipulator 11. Perry Mason
Sito Web: https://www.facebook.com/productofhateofficial/

Roberto Banfi

view all posts

Punk n roller con ispirazioni gotiche e tracce persistenti di untrue heavy metal, tra Billy Holiday e gli Einsturzende Neubauten sono incappato casualmente negli Iron Maiden. Sogno una collaborazione tra Varg Vikernes e Paolo Brosio. Citazione preferita: ""Il mio dio è più forte"" (Conan il barbaro).

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login