Soulfly – Recensione: Primitive

‘Primitive’ è un disco atteso da mesi, dato che rappresenta il ritorno sulle scene di uno dei personaggi attualmente più discussi e contemporaneamente amati in ambito musicale, prime mover indiscusso di tutto il post-metal con quel ‘Roots’ che è matrice di tanta musica pesante odierna. Max Cavalera sceglie di rimanere abbondantemente entro i confini del seminato, senza cambiare nulla, introducendo un solo vero elemento-sorpresa nel disco (Sean Lennon e la sua voce) e giocando troppo sul sicuro. Produzione egregia e pesantezza da manuale ci sono, fantasia (nei riff e -soprattutto, mioddio!- nei testi) e originalità stanno proprio da un’altra parte. Gli elementi di interesse si limitano alle collaborazioni, che danno colore e varietà all’insieme e increspano quella superficie che, nei pezzi senza featuring, riconduce a calma piatta. Sean Lennon dona anima al riff Sabbathiano di ‘Son Song’, comunicando nostalgia e serenità, mentre Corey Taylor (Slipknot, #8) è la lucida follia che dà un senso alla banalità di ‘Jumpdafuckup’ sfoggiando il solito eclettismo vocale, nel modo opposto a quello in cui Grady Avenell dei Will Haven stordisce con il proprio classico assalto monolitico, sopravanzando un Chino Moreno quasi irriconoscibile, sepolto com’è nel mix. La collaborazione più attesa era comunque quella con Tom Araya, che si adegua all’andamento del disco: riff già sentito, inserto vocale "estraneo" particolarmente convincente: è un buon pezzo, forse uno dei migliori. Quasi in chiusura, ‘Soulfly II’ lega spiritualmente ‘Primitive’ al debutto, sottolineando un trait d’union che, in tutta onestà, era fin troppo evidente. In conclusione, c’è da dire che i dischi brutti rimangono altri, e che accontentandosi di una sana routine post-metal c’è di che godere, data l’istintività e l’energia del disco. Ma permetteteci di essere parecchio delusi per una scommessa che si è deciso di non raccogliere.

Voto recensore
6
Etichetta: Roadrunner/Edel

Anno: 2000

Tracklist: Back To The Primitive
Pain
Bring It
Jumpdafuckup
Mulambo
Son Song
Boom
Terrorist
The Prophet
Souofly II
In Memory Of…
Fly High

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login