Within Y – Recensione: Portraying Dead Dreams

Band di origine svedese e d’impostazione tipicamente melodic death. Si ritrovano qui a pubblicare il secondo full-length della loro breve carriera, registrato nella ridente Gothenburg più o meno un anno fa e poi sottoposto ad un imponente lavoro di perfezionamento per uscire solamente ora. Ci sentiamo di assicurare che s’impone finalmente qualcosa di originale che tiene vigile l’ascolto e carica di carattere una band che sicuramente aveva bisogno di una personalità che la scostasse da paragoni decisamente scomodi. La linea è più o meno quella perseguita nell’album di debutto, sono poche le novità ma tutte puntate a rendere quest’album il più fluido possibile, in modo da poter attirare frange di ascoltatori differenti. Le cose migliori si possono sentire in tracce come ‘Breeding Murder’, ‘Unjust’ e ‘As The Dust’ dove un drumming decisamente aggressivo s’impone dettando legge. Unico “neo” risulta essere l’approccio poco convincente del vocalist, che battezza una prestazione poco versatile che fa perdere un po’ di quella stabilità dimostrata dalla struttura strumentale. Da tutto ciò ne scaturisce che i Within y con il loro ‘Portraying Dead Dreams’ assestano un buon colpo che non ci esalta, ma ci permette di continuare a sorridere e sperare, perché c’è ancora tempo e qualità per crescere. Aspettiamo con curiosità un loro ritorno e per il momento godetevi ‘Portraying Dead Dreams’.

Voto recensore
6
Etichetta: Gain Records / Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist: 01. Portraying Dead Dreams
02. Breeding Mureder
03. Never Forgotten
04. Beautiful Violence
05. Un just
06. Beckoning Day
07. As The Dust
08. Fade Away
09. Remembered
10. New Life
11. Feeding The Disease

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login