Impera – Recensione: Pieces Of Eden

La band guidata da J.K. Impera prova a ripetersi sui buoni livelli del debutto, risalente all’anno scorso. Squadra che vince non si cambia, e così a fianco del batterista ci sono nuovamente Denander alla chitarra, Vassfjord al basso e il cantante Matti Alfonzetti. Pure le coordinate stilistiche non cambiano di una virgola: hard rock spigoloso ma carico di melodia, che vira in chiave moderna la tradizionale lezione dei Rainbow, passando per i primi Europe che continuano ad essere, forse, la pietra di paragone più appropriata.

La dinamica “Beast Within” introduce bene il discorso, imperniato su un songwriting di grande sostanza, forse meno diretto del debutto ma pur sempre efficace. Ottimo, in particolare il lavoro di Denander, capace di sporcarsi le mani in riffing carichi di groove, che trovano appassionata vetrina nell’entusiasmante “Smalltown Blues”. Ancora, fra gli altri epsiodi, da segnalare l’ariosa “Goodbye”, nelle cui melodie Alfonzetti mostra di trovarsi particolarmente a proprio agio: si tratta di una cover del pezzo comparso sull’album solista di Paul Stanley del ’78, e per l’occasione fa un’ospitata pure Bob Kulick. Di grande effetto, per motivi complementari, la ballad “Since You’ve Been Gone” (da brividi l’assolo di chitarra), l’indiavolata “Easy Come” e la cangiante “You And I”, ma è tutto “Pieces Of Eden” a convincere per qualità e compattezza. A chiudere il cerchio la conclusiva “Fire And The Flame”, compendio di quanto di buono sanno produrre gli Impera, ormai sempre più simili ad una band, più che ad un progetto estemporaneo.

Voto recensore
7
Etichetta: Escape / Frontiers

Anno: 2013

Tracklist:

01. Beast Within
02. These Chains
03. All Alone
04. Smalltown Blues
05. Since You've Been Gone
06. Goodbye
07. Easy Come
08. You And I
09. This Is War
10. Fire And The Flame


Sito Web: http://www.impera.org/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login