Stamina – Recensione: Perseverance

Il tour di spalla ai Royal Hunt aveva già certificato la qualità degli Stamina. Ma la band campana ha voluto stupirci ulteriormente con il nuovo “Perseverance”, un disco che porterà sicuramente grandi consensi di critica e pubblico. Power metal progressivo e sinfonico, con un’impronta AOR nelle melodie ed una classe compositiva che può essere associata, guarda caso, proprio al gruppo di Andre Andersen e DC Cooper. Inoltre, come se non bastasse, per il tezo lavoro in carriera, Luca Sellitto & company si sono avvalsi della collaborazione di Gorman Edman, Nils Molin e Maria McTurk (storica corista dei Royal Hunt) dietro al microfono, per rendere i brani ancora più ricchi di effetto.

“Higher”, opener e primo singolo estratto da “Perseverance” (qui il video), è una prog symphonic song con le tastiere sempre in movimento ed un refrain ad ampio respiro, in cui lo storico frontman, Giorgio Adamo, mostra un carisma interpretativo da far invidia ai grandi. Nella successiva “Breaking Another String” fa il suo ingresso Goran Edman, in una canzone legata a doppio filo ai Royal Hunt, per un vortice di tastiere neoclassiche ed un intermezzo progheggiante in cui brilla il basso. Oltre alla tecnica strumentale, decisamente pirotecnica in ogni passaggio dell’album, “Perseverance” stupisce per la ricchezza delle linee melodiche, immediate, ma sempre ben bilanciate tra cori e controcanti, risultando così mai banali. Nella title track la chitarra del leader Luca Sellitto gioca al gatto col topo con keys dal sapore settantiano, mentre Nils Molin tira fuori un’interpretazione di scuola prog rock. Il nuovo disco degli Stamina è un crescendo di emozioni, di momenti di superba raffinatezza strumentale, che si uniscono ad arrangiamenti curati (super i synth di “Unbrekeable” e la sua strofa moderna), sorretti da una sezione ritmica sincopata e nervosa.

Se il terzo disco in carriera è solitamente quello della maturazione, “Perseverance” ci regala una band che ha compiuto il definitivo salto di qualità. Gli Stamina hanno un’identità ben definita, un trademark dall’impatto sonoro devastante, ma, soprattutto, possiedono la capacità di scrivere grandi canzoni. E questo fa decisamente la differenza.

Voto recensore
8
Etichetta: My Kingdom Music / PowerProg Records

Anno: 2014

Tracklist:

01. Higher
02. Breaking Another String
03. I’m Alive
04. Just Before The Dawn
05. Perseverance
06. Naked Eye
07. Unbreakable
08. Wake Up The Gods
09. Winner For A Day


Sito Web: www.staminaband.net

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login