Pattern-Seeking Animals – Recensione: Pattern-Seeking Animals

Curioso ed inaspettato side project degli Spock’s Beard questi Pattern-Seeking Animals ci danno la possibilità di riascoltare il minuzioso e al contempo potentissimo drumming di Jimmy Keegan nonché vedere in azione attivamente un musicista come John Boegehold che tanta importanza ha avuto in veste di compositore proprio per la band madre nella discografia post-separazione da Neal Morse (anzi l’input per creare e gestire in sede di produzione questa nuova entità musicale è venuto proprio da lui).

Il basso di Dave Meros è lo strumento portante di “No Burden Left To Carry”, un pezzo raffinato sul quale si trova a proprio agio la particolare vocalità di Ted Leonard; cori che ricordano i Queen e una preponderanza di tastiere… questi i tratti distintivi di un più che buono biglietto da visita.

In “The Same Mistakes Again” sono gli archi a farla da padrone creando un’atmosfera soffusa, quasi da lounge bar. Detto ciò all’album (probabilmente per scelta distintiva) manca un certo mordente e la giusta verve compositiva (la lunga “Orphans Of The Universe” potrebbe essere presa ad esempio) per risultare attraente nel marasma discografico attuale.

Piacciono abbastanza “These Are My Things” e “No Land’s Man” in virtù di una corretta integrazione tra il cantato di Leonard, il corredo armonico e un tocco teatrale alla A.C.T ma certamente non ci troviamo di fronte a qualcosa di particolarmente innovativo.

La convinzione di questi musicisti è comunque top level, tant’è che è già in stato avanzato di composizione il secondo album e sarà anche probabilmente programmato un tour promozionale; non un miracolo di musica moderna quindi ma il classico approdo sicuro dato da artisti d’esperienza e affermata preparazione.

 

Etichetta: Inside Out Music

Anno: 2019

Tracklist: 01. No Burden Left To Carry 02. The Same Mistakes Again 03. Orphans Of The Universe 04. No One Ever Died And Made Me King 05. Fall Away 06. These Are My Things 07. We Write The Ghost Stories 08. No Land's Man 09. Stars Along The Way
Sito Web: http://psanimals1.com/

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login