Axxis – Recensione: Paradise In Flames

La definitiva identificazione del sound degli Axxis con il power metal melodico viene celebrata con questo ‘Paradise In Flames’, decimo studio album, anche se nei precedenti capitoli (in particolare in ‘Time Machine’ del 2004) questa tendenza era più che evidente.

In primis diciamo subito come il protagonista del disco sia in primo luogo il singer Bernhard Weiss, vero mattatore del CD; le sue linee vocali, sempre impeccabili e trascinanti, riescono a rendere interessanti anche pezzi probabilmente presenti solo come riempitivi.

Altra caratteristica vincente è l’aggiunta della singer Lakonia, dall’impronta operistica, che arricchisce i pezzi più drammatici ed intensi del platter.

L’hard rock del gruppo tedesco si è fuso in modo spettacolare con un fraseggio power che raggiunge notevoli livelli emozionali con brani come ‘Take My Hand’, in cui la parte del leone è svolta da Lakonia (ottimo cantato) e Bernhard, nonché dalle partiture del tastierista Harry Oellers.

Il lato più air play, che si fonda con il gusto gotico-power odierno lo troviamo invece nella ruffianissima ‘Lady Moon’, un bellissimo brano che coniuga un ritornello indimenticabile con linee melodiche di tutte rispetto.

Vi sono poi canzoni puramente power come ‘Tales Of Glory Island’, brano epico e sostenuto, in cui la linea ritmica riesce ad aggredire senza snaturare la melodia che sorregge la trama compositiva.

L’unica critica che forse può esser mossa a questo lavoro è che le parti di chitarra del comunque bravissimo Guido Wehmeyer non sono certo nulla di ricercato, ma l’atmosfera globale del lavoro richiedeva per l’appunto un approccio meno tecnico e colmo d’enfasi.

La versione limitata del CD prevede anche due song aggiuntive ‘Break Your Soul’, ‘Tales of glory Island’ extended version, più il making of del disco.

Voto recensore
7
Etichetta: AFM / Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist:

01. Paradise In Flames (Intro)
02. Dance With The Dead
03. Tales Of Glory Island
04. Take My Hand
05. Will God Remember Me
06. Talisman
07. Don`t Leave Me
08. Lady Moon
09. Icewind
10. Stay By Me
11. Gods Of Rain
12. Passion For Rock


leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login