Header Unit

Overland – Recensione: Contagious

Altro tassello solista o quasi per Steve Overland, che in questo “Contagious” – che segue a due anni di distanza “Epic” – decide giustamente di mettere al centro la propria voce e interpretazione ancor di più di quanto non accada con gli FM. Ne deriva una proposta musicale in cui sono accentuate le contaminazioni blues e soul che restituiscono con ancora maggior calore la passione e le emozioni che il cantante britannico è in grado di regalare.

Lo spostamento di territorio, almeno parziale, è evidentissimo nell’opener “Doctor My Heart”, carica di groove come “Edge Of The Universe”: quest’ultima è impreziosita da un assolo di chitarra sognante di Tommy Denander, fondamentale su “Contagious” pure in veste di compositore. Ma non c’è solo Denander a nobilitare questa release, che annovera al basso il grande Tony Franklin (già con artisti del calibro di Roy Harper, Jimmy Page, Paul Rodgers, David Gilmour, Kate Bush e Whitesnake) oltre ad un’ospitata del tastierista Mark Stanway (Magnum, Robert Plant, Phil Lynott e Whitsenake). Non mancano, qua e là, deliziose puntate in contesti più marcatamente pop come “Wildest Dreams” e la vellutata “Making Miracles”, quasi in odore di grazia WestCoast. Pur mantenendo come comune denominatore un gusto e una classe indiscutibili, l’album si perde un po’ nella parte centrale, a causa di composizioni non efficaci come quelle poste in apertura, ma recupera con le dirette ed urgenti “Back Where I Belong” e “Unforgiving World”, che segnano un opportuno cambio di passo oltre a sonorità più vicine all’AOR della band madre. La sincopata ed emozionante “Shame On You” è ben più di una bonus track, ciliegina sulla torta di un album a lunghi tratti davvero godibile.

Overland - Contagious

Voto recensore
7
Etichetta: Escape Music

Anno: 2016

Tracklist: 01. Doctor My Heart 02. Easy On Me 03. Edge Of The Universe 04. Every Lonely Night 05. Wildest Dreams 06. Intoxicated 07. Define Our Love 08. Pocketful Of Dreams 09. Making Miracles 10. Back Where I Belong 11. Unforgiving World 12. Shame On You (Bonus Track)
Sito Web: http://www.overland-shadowman.com/overland_home.htm

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Andy

    …L’ultimo Epic era addirittura clamoroso…un album di grandi canzoni in stile AOR HARD ’80!!!!…questo contagious pero’non e’ da sottovalutare…il mitico steve overland si muove su terreni piu’ hard blues ma le canzoni convincono gia’ al primo ascolto!…La sua voce calibrata e fantastica e’ molto in sintonia con questi brani!…un plauso a tutti i partecipanti che rendono all’unisono come una vera band!…complimenti!!!!

    Reply
  2. Debian

    Si, a me piace addirittura più questo nuovo CONTAGIOUS che EPIC grazie ad un sound forse più rilassato (laid-back) e tranquillo è vero ma più carico di “groove” e un feeling più “caldo” se capite cosa intendo.
    Una canzone su tutte: MAKING MIRACLES che solo un artista come Overland può scrivere e cantare !

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login