Original Sin – Recensione: Story Of A Broken Heart

Non vi inganni l’ascolto: a dispetto di sonorità che richiamano la chiara influenza delle band stelle e strisce del panorama hard rock e metal degli anni Ottanta gli Original Sin sono una band italiana, che dopo questo buon esordio uscito già nel 2017 è attualmente già prossima alla release di un follow up. Il sound incrocia hard rock, glam, melodic rock con irruenza e, a lunghi tratti, efficacia.

L’opener “Cry With Me”, immediata pur nella cadenza quasi guerresca, mette subito in mostra la grande determinazione del combo ravennate, nonché il l’epoca musicale di riferimento: nessuna band in particolare, ma suoni e atmosfera inconfondibili che vengono ricreate con quella sana spontaneità delle band emergenti. “Fighting For Your Live” è costruita su un riffing ruvido e muscolare dell’ottimo Federico Maioli e sull’interpretazione molto aggressiva del frontman Matteo Berti, decisivo pure nella marziale “Living Life”. “Forever” è una power ballad non troppo zuccherosa e costruita su una melodia vincente, così come la suggestiva ed emozionante title track. Qualche pezzo è meno efficace, ma l’album conquista soprattutto grazie al suo trasudare energia e freschezza.

La registrazione è essenziale, forse non pulitissima ma perfetta per rendere spontaneità e naturalezza in un approccio alla musica magari non originale ma sicuramente fatto di passione e capacità di scrivere buoni pezzi. Qualità niente affatto scontate che fanno degli Original Sin una band da tenere d’occhio.

Voto recensore
6,5
Etichetta: PMS Studio

Anno: 2017

Tracklist: 01. Cry With Me 02. Fighting For Your Love 03. Forever 04. I'm Still Burnin 05. I'm Waitin 06. Living Life 07. Mr. Danger 08. Rebellion 09. Story Of A Broken Heart
Sito Web: https://www.facebook.com/originalsin55/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login