Unleashed – Recensione: Odalheim

Con Entombed, Grave e Dismember in situazione di apparente stallo sono al momento gli Unleashed la band classica del death metal svedese in maggior spolvero. Sarà per la determinazione vichinga che i nostri hanno saputo mettere nella loro musica, ma il loro stile battagliero ed essenziale, a cavallo tra epico, vecchio thrash e death metal dalle tinte cupe ha saputo conquistare sempre nuove generazioni di ascoltatori senza di fatto mai spostarsi più di tanto dalle coordinate stilistiche di base.

Nessuna eccezione ovviamente neanche per “Odalheim”, lavoro che continua sia musicalmente che nel caso delle liriche – incentrate su un sincretismo tra mitologia nordica e teorie attuali – esattamente sulla stessa linea del precedente “As Yggdrasil Trembles”, bissando di fatto anche la buona qualità di detto lavoro.

Come in quel disco (e nelle più recenti uscite in generale) gli Unleashed propongono una versione leggermente più melodica e affinata del sound scarno di un tempo, aggiungendo una non indifferente quantità di black viking metal nell’impasto e mostrando una professionalità ineccepibile in grado di appoggiarsi senza fatica sulle possibilità offerte dalla qualità sonore dei nostri tempi.

Cavalcate furiose come “Fimbulwinter”, “Gathering The Battalion” e “The Great Battle Of Odalheim”  si stagliano possenti come un drakkar a cavallo delle onde del Mare Del Nord, mentre i tanti (ma brevi) arpeggi armonici di derivazione folk da cui è percorso l’album creano ambientazioni di maggiore riflessione. Non mancano cambi di ritmo ed assoli, ormai parte integrante di uno stile che ha raggiunto la sua maturità e che si può anche permettere di portare in scena brani più articolati e giostrati su variazioni e mid tempo come “White Christ” o il particolare thrash/epic di “The Soil Of Our Fathers”.

“Odalheim” è un’opera  di cui ci si innamora subito e che pur senza stravolgere canoni ben acquisiti riesce a non apparire eccessivamente scontata o ripetitiva. Ottimo ritorno!

 

Voto recensore
7,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2012

Tracklist:

01. Fimbulwinter (4:11)
02. Odalheim (4:29)
03. White Christ (3:12)
04. The Hour Of Defeat (3:11)
05. Gathering The Battalions (3:06)
06. Vinland (3:58)
07. Rise Of The Maya Warriors (2:41)
08. By Celtic And British Shores (3:49)
09. The Soil Of Our Fathers (4:55)
10. Germania (3:34)
11. The Great Battle Of Odalheim (5:52)


Sito Web: http://www.unleashed.se/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login