Nothing – Recensione: Tired Of Tomorrow

Tired Of Tomorrow. Il titolo del nuovo album dei Nothing è ciò che più rappresenta le amare vicissitudini affrontate dal leader Domenic Palermo le quali includono tragedie personali che lo hanno messo a confronto con la prigione, la morte, i problemi familiari, e l’alcolismo.

In Tired Of Tomorrow non è la rabbia quanto la malinconia a prendere il sopravvento, dalle iniziali “Fever Queen” e “The Dead Are Dumb” veniamo catapultati nell’uggiosa Philadelphia, città natale dei Nothing. Tra i brani di spicco “ACE (Abcessive Compulsive Disorder)” e “Curse Of The Sun”che ci riporta alla mente gli anni ’90 degli Smashing Pumpkins. Potremmo scherzare dicendo che Tired Of Tomorrow darebbe del filo da torcere a molte band di suicidal black metal e questa non sarebbe di certo solo una mezza verità. Non sempre però il livello dei brani segue la qualità di “Everyone Is Happy”, una canzone che potrebbe essere un regalo dei The Cure dal periodo Bloodflowers, come ad esempio in “Eaten By Worms” (video ufficiale) in cui vengono richiamati a man bassa anche i Radiohead cadendo però nel “già sentito” che fa perdere longevità all’album.

La titletrack Tired Of Tomorrow, posta a fine disco, ci accompagna fuori da questa stanza con una melodia di pianoforte e violino che pare lentamente abbassare le luci attorno a noi in attesa di un nuovo domani. Un domani che la società vorrebbero venderci come luminoso e su cui i Nothing hanno giocato, tramite il design di promozione del lavoro, con immagini simili a pubblicità progresso/regresso.

Tired Of Tomorrow è un album non per tutti, non per tutti i giorni. Tra luci e ombre ci mostra una band che affronta le avversità incorporandole nel proprio suono. Quello che li aspetta solo domani lo si vedrà.

Nothing - Tired Of Tomorrow

 

Voto recensore
7
Etichetta: Relapse Records

Anno: 2016

Tracklist: 1. Fever Queen 2. The Dead Are Dumb 3. Vertigo Flowers 4. ACE (Abcessive Compulsive Disorder) 5. Nineteen Ninety Heaven 6. Curse Of The Sun 7. Eaten By Worms 8. Everyone Is Happy 9. Our Plague 10. Tired Of Tomorrow
Sito Web: http://www.bandofnothing.com/

Roberto Banfi

view all posts

Punk n roller con ispirazioni gotiche e tracce persistenti di untrue heavy metal, tra Billy Holiday e gli Einsturzende Neubauten sono incappato casualmente negli Iron Maiden. Sogno una collaborazione tra Varg Vikernes e Paolo Brosio. Citazione preferita: ""Il mio dio è più forte"" (Conan il barbaro).

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login