Non-Human Level – Recensione: Non-Human Level

Spesso i progetti paralleli si dimostrano poco più che un inutile epigono delle band principali e ormai il concetto di collaborazione tra musicisti sembra nascere più come espediente per tirare a casa due lire o qualche ora di divertimento che da una vera necessita espressiva.

Difficile capire se i Non-Human Level siano in qualche modo assimilabili a tali concetti, difficile sia nel ‘male’, visto che il genere proposto e le idee sono di fatto abbastanza vicine a quelle che animano le band di provenienza, sia nel bene, perché i pezzi qui raccolti sono talmente belli da lasciare intendere che di buone intenzioni ce ne fossero molte.

Per la cronaca, la formazione vede al proprio interno musicisti navigati come i Darkane Christofer Malmstrom (mente dietro alle composizioni) e Peter Wildoer (drummer, ma qui alla voce), l’ex bassista dei Meshuggah Gustaf Hielm e il batterista della Townsend Band Ryan Van Poederooyen. E lo stile è il classico techno-thrash aggressivo che ci si aspetterebbe di ascoltare da tale schieramento. Quello che invece sorprende è il gusto, riscontrabile soprattutto nelle parti strumentali: combinazioni melodiche e passaggi tecnici ben si abbinano alla ricerca del suono giusto, senza che ci si ponga troppo il problema di restare sempre dentro ai soliti schemi. Nascono così brani dal grande impatto, ma anche abbastanza diversi tra loro.

Se per il songwriting ci si basa infatti sul tipico death-thrash tutto riff e frammentazioni ritmiche, non mancano all’interno delle singole tracce evoluzioni inattese che si rifanno agli stili più disparati, dal prog-metal e techno-death, con break e assoli i grandissima qualità.

Vi basterà ascoltare l’opener ‘Divine Creation Of Void’ per avere conferma di quanto detto, ma se avrete la pazienza di andare avanti scoprirete 40 minuti di musica tanto intensa e coinvolgente da non svigorire entro pochi passaggi. Qualità non proprio così semplice da trovare.

Voto recensore
7
Etichetta: Listenable / Audioglobe

Anno: 2005

Tracklist: 01. Divine Creation Of Void
02. Personal Hell
03. Windows On The World
04. The Second Plane
05. Instincts
06. Journal Of A Nightmare
07. Water
08. Untrustable Surface
09. The Genetic Failure
10. Freaking Goose

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login