Theatres Des Vampires – Recensione: Nightbreed Of Macabria

Quinto album per i Theatres Des Vampires, il cui ritorno coincide con un sostanziale cambiamento nella loro proposta: i vampiri capitolini in questo nuovo episodio infatti danno maggior rilievo alla propria componente "gotica", sia a livello di artwork (evidentemente ispirato al "Nightmare Before Christmas" di Tim Burton) che a livello musicale, abbandonando quasi del tutto la componente black, che riaffiora solo a tratti.

Spazio dunque ad altri e nuovi elementi, che si dividono tra richiami dark wave (‘Lady In Black’, uno degli episodi più riusciti), semi-ballad come ‘The Curse Of Headless Christ’ ed episodi più "moderni", come per ‘Macabria’, il tutto ricorrendo sempre all’uso degli archi e ad una massiccia componente sinfonica, indubbiamente pregevole e ben realizzata.

Non mancano però elementi negativi: ad esempio non convincono appieno la registrazione delle voci e lo sporadico utilizzo dell’elettronica, come nelle due ‘Incubo’ o in ‘The Golden Sin’, ed il disco inoltre forse paga alla lunga una durata eccessiva che finisce per penalizzarlo: resta comunque un’episodio interessante e meritevole di ascolto sia per chi avesse già apprezzato la band in passato sia per chi volesse avvicinarvisi per la prima volta.

Voto recensore
7
Etichetta: Blackend/Audioglobe

Anno: 2004

Tracklist: 01.Welcome To Macabria
02.A Macabre Banquet
03.Lady In Black
04.Angel Of Lust
05.Luciferia
06.Incubo #1
07.Macabria
08. The Jesters Shadow
09. The Golden Sin
10. Carnival Day
11. Incubo #2
12.The Curse Of Headless Christ
13.Mourning Day
14.The Undertaker & The Crow
15.The Beginning Of The End
16.La Danse Macabria Du Vampire (bonus track)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login