Night Ranger – Recensione: Don’t Let Up

Dodicesimo album per i grandi Night Ranger, che hanno superato i sette lustri di carriera e continuano a fare ottima musica, in particolare per chi ama il rock radiofonico che spopolava negli Eighties. Pure su questo “Don’t Let Up”, quarto lavoro dalla reunion del nuovo millennio, Blades & co. non tradiscono le aspettative, mettendo anzi in evidenza una forma strepitosa oltre ad un lavoro d’insieme sempre più collaudato, risultato dell’amalgama tra la vecchia guardia rappresentata da Blades, Keagy e Gillis e i nuovi Keri Kelli e Eric Levy.

L’apertura fresca e diretta con “Somehow Someway” mostra quel lato solare e quell’allegria contagiosa che è uno dei trademark della band, qui impegnata anche a fare scherzosamente il verso ai concittadini Journey, musicalmente (più o meno) e a livello dei lyrics. “Running Out Of Time” si apre con un duello tra le chitarre di Gillis e di Kelli, mentre all’opposto il mid-tempo “Truth” e la deliziosa title track mostrano il lato più malinconico e romantico dei Night Ranger. Nella stessa vena pure la leggera “We Can Work It Out”, in cui trova la meritata luce dei riflettori quell’armonia e quella fusione delle voci di Jack Blades e Kelly Keagy che hanno reso magica la band. Ancora, la sfrontata “Say What You Want” – Gillis e Kelli scatenati con in sottofondo il drumming sincopato di Keagy – e “Day And Night” mettono in evidenza il lato più propriamente festaiolo, quest’ultima con echi addirittura dei Kiss. Qualche episodio meno incisivo non cambia il giudizio complessivo su un album pulsante e divertente, specchio di un’era che non c’è più eppure assolutamente godibile anche grazie ad una produzione impeccabile e – questa sì – assolutamente al passo coi tempi.

Con la loro voce unica e dall’alto di un’invidiabile esperienza e di una continua ispirazione, i Night Ranger firmano un album che cita senza copiare, che ammicca senza fare piaggeria – e possono permetterselo, essendo stati fra i protagonisti di un’epoca che continua a fare scuola anche oggi. Un album furbo ma scritto, suonato e interpretato con passione vibrante dall’inizio alla fine: segno che hanno ancora voglia di divertirsi e divertirci a lungo?

Voto recensore
8
Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. Somehow Someway 02. Running Out Of Time 03. Truth 04. Day And Night* 05. Don’t Let Up 06. Won’t Be Your Fool Again 07. Say What You Want 08. We Can Work It Out 09. Comfort Me 10. Jamie 11. Nothing Left Of Yesterday
Sito Web: https://www.nightranger.com/#/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login