Moonspell – Recensione: Night Eternal

I Moonspell sono tornati e questa volta convincono fino in fondo. “Night Eternal” non raggiunge il disperato romanticismo di “Wolfheart” né la spregiudicatezza sonora di “Irreligious”, ma dopo che il debole “Memorial” lasciava un nervo scoperto, la band lusitana torna sui binari giusti.

Ormai non vi è più traccia di sperimentazione, il percorso cominciato con “The Antidote” porta oggi i portoghesi ad adottare un’espressività più lineare e debitrice al black metal melodico a tutto tondo. Eppure, il calore mediterraneo che forse mancava a “Memorial” e che rende i Moonspell inconfondibili, è finalmente ripreso da “Night Eternal”, che nel suo essere lineare e privo di eccessivi orpelli inanella una serie di brani emozionanti, oscuri e delicati ma capaci di evocare le fiamme dell’Inferno. Il tutto con il marchio Moonspell impresso in ogni nota, con quegli accompagnamenti sinfonici mai troppo invasivi, le delicate voci femminili e l’alone epico che ci fa respirare un antico profumo mediorientale.

La durezza di “At Tragic Heights” e di “Spring Of Rage” scuotono fortemente l’ascoltatore con un Fernando Ribeiro che utilizza il growl con versatilità, salvo poi far vibrare le corde più profonde e sensuali che la sua voce riesce a creare. Ed è un piacere ascoltare brani evocativi come “Shadow Sun” o “Dreamer (Lucifer And Lilith)”, piccole gemme dall’apporto melodico ricco di pathos. Il tutto senza eccedere, senza creare nulla che si possa definire originale, questo è vero, ma con un tocco di classe unico nel suo genere. Finalmente, ci sentiamo di dire bentornati.

L’intervista con Ribeiro

Voto recensore
7
Etichetta: SPV / Audioglobe

Anno: 2008

Tracklist: 01.At Tragic Heights
02.Night Eternal
03.Shadow Sun
04.Scorpion Flower
05.Moon In Mercury
06.Hers Is The Twilight
07.Dreamer (Lucifer And Lilith)
08.Spring Of Rage
09.First Light

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login