Subliminal Crusher – Recensione: Newmanity

Tocca a Revalve Records dare un seguito le sorti (discografiche) dei Subliminal Crusher, quintetto di Terni sulle scene da circa una decina d’anni a questa parte, con un monolitico death/thrash di scandinava ispirazione (stile/retaggio ultimamente piuttosto in ribasso come qualità e quote di mercato).

Lasciate alle spalle certe velleità djent del recente passato (ancora percepibili, ad esempio nella title-track), “Newmanity” mostra maggiori affinità e feeling con quel metal liquoroso e palustre originario del sud degli states, prossimo ai Pantera di “The Great Southern Trendkill” (per chi scrive loro masterpiece di sempre) e, più in generale, all’odierna scena sludge (la notevole “Blurred”, “Useless People”).

Certo, le soluzioni compositive architettate dai cinque ragazzi ternani non risultano particolarmente originali e/o innovative (“Release The Unsaved”), e in più di un’occasione vivono di rendita, ricalcando altrui trovate (Darkane), ma il bilancio generale del loro ultimo lavoro non può che dirsi sufficientemente positivo, soprattutto in considerazione della riconoscibile apertura stilistica e volontà di esprimersi attraverso sonorità meno prevedibili e standardizzate.

Aggiungetevi una realizzazione tecnica professionale e competente, nonché una confezione artisticamente ben fatta, e avrete un disco che rappresenta un passo avanti per i Subliminal Crusher, sempre e comunque all’insegna del groove e del sano headbanging metallico.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Revalve Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. One Man Disorder

02. Three Steps To Slay

03. Newmanity

04. Useless People

05. Blurred

06. Meat Cleaver

07. The Plague

08. The Backstabber

09. Release The Unsaved

10. I Am The One


Sito Web: https://www.facebook.com/SubliminalCrusher

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login