I Killed Everyone – Recensione: Necrospire

Terzo album per gli I Killed Everyone, band dedita ad un feroce Deathcore di stampo moderno, ma profondamente legato alla tradizione di un genere che ha fatto la fortuna di gruppi quali Suffocation, Cannibal Corpse e Morbid Angel, tra quelli annoverati dal quintetto stesso.

“Necrospire” segna sicuramente un passo in avanti rispetto alle precedenti release, grazie soprattutto ad un songwriting meno monolitico e più articolato: il riffing degli axeman Bill Williams ed A.J. Kolar è serrato, sia nelle ritmiche tirate che nei breakdown downtuned, ma molto meno legato a questi ultimi, in cui il growl cavernicolo del singer Tim O’Brien contribuisce a rendere l’atmosfera ancora più sulfurea. Proprio questi rappresenta la novità rispetto al passato e grazie alla sua duttilità riesce ad essere sempre all’altezza della situazione, tanto negli screamings più acuti quanto nei growlings dalle tonalità bassissime.  Il drumming è sempre potente ed incalzante, Tom Salazar dietro le pelli dimostra di essere una vera e propria macchina da guerra, forte anche di un sound cristallino che rende il tappeto ritmico molto diretto e poco impastato.

Le dieci tracce che costituiscono la tracklist hanno una durata media di circa quattro minuti, ma, grazie all’ottimo lavoro svolto in fase di composizione, questi non risultano essere tediosi pur mantenendo una struttura pressoché simile in tutti i brani, un massacro senza respiro che si consuma dalla prima all’ultima nota.

Di grande impatto la sinistra “A Sanguinary Mass”, opening track il cui incedere cadenzato nel primo minuto fa da preambolo a quanto accadrà in seguito, dimostrando di essere un incipit coinvolgente: drumbeats che scandiscono il tempo come un martello, un basso corposo che ne accentua il cammino facendo da altare ad un lungo breakdown impreziosito da un fraseggio oscuro ed ossessivo.

L’album per tutta la sua interezza è piacevole, appare così chiaro che l’attenzione rivolta da pubblico e media nei confronti dei Deathsters a stelle e strisce è stata ben riposta e confermata.

Voto recensore
7
Etichetta: Pavement Entertainment

Anno: 2013

Tracklist:

01. A Sanguinary Mass

02. Grimoire I - Evicerated

03. The Devourer Beyond

04. Necrospire

05. Born of the Abattoir

06. State of Filth

07. Crucified and Consumed

08. Antipathy

09. Grimoire II / One with the Void

10. The Human Error


Sito Web: https://www.facebook.com/Ikilledeveryone?fref=ts

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login