Manegarm – Recensione: Nattvasen

I Manegarm non sono certamente una band destinata a dare una grande scossa al panorama del viking metal, ma accidenti, come fanno bene il loro mestiere! Attivi da quindici anni e nettamente più orientati verso il black a inizio carriera, i cinque svedesi sfornano uno dopo l’altro degli album di genere che percorrono uno stile ben solido, eppure plasmano con grande abilità una materia già esistente.

Il nuovo “Nattvasen”, sesto studio album, non fa eccezione a questa regola e contiene nove episodi di metallo vichingo epico e ricco di enfasi, costruito su delle forme-canzone semplici ma di sicuro effetto. La band, partendo da buie cavalcate di chitarra in stile Bathory, regala dei pezzi che fanno leva sull’emozionalità attraverso la continua ricerca del ritornello eroico o del passaggio avvincente e tutto questo, pur con un pizzico di naiveté, riesce molto bene ai nostri. Brani come “Mina Faders Hall”, “Hraesvelg” o la titletrack, convincono grazie a un solido corpo melodico ma altrettanto veloce ed oscuro, forti inoltre di refrain creati ad hoc perché l’ascoltatore chiuda gli occhi ed immagini scene di battaglia o le fumose taverne di un romanzo fantastico.

Un po’ grezzi, con la voce sguaiata del batterista/cantante Erik Grawslo e il nervoso violino di Janne Liljeqvist a tessere le fila, i Manegarm si confermano una volta di più una solida realtà nel panorama viking e “Nattvasen” è un ascolto obbligato per tutti i fruitori del genere.

Voto recensore
7
Etichetta: Regain / Masterpiece

Anno: 2009

Tracklist: 01.Mina Faders Hall
02.Nattsjal, Dromsjal
03.Bergagasten
04.I Den Svartaste Jord
05.Hraesverlg
06.Vetrarmegin
07.Draugen
08.Nattvasen
09.Delling
Sito Web: http://www.myspace.com/manegarm

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login