Mystic Prophecy – Recensione: War Brigade

Nono disco in studio in sedici anni di carriera. Una storia, quella dei Mystic Prophecy che ha indubbiamente qualcosa da raccontare e che da sempre è fatta di passione vera e tanto impegno. Di certo nessuno dei loro dischi è definibile una caposaldo del metal, ma, senza mai strabiliare, la band ha superato tutte le difficoltà classiche di anni come questi consegnando sempre prodotti di un certo valore, perfettamente in grado di soddisfare gli amanti del genere.

Concetto che va ribadito per questo nuovo “War Birgade”, che ancora una volta mostra tutte le buone doti note da tempo. Canzoni che affondano la loro ispirazione nelle basi del power metal melodico, come “Follow The Blind” e “War Brigade”, fanno senza alcun dubbio la loro bella figura, ma è l’aggressività al confine del thrash di “Burning Out” a colpire dritto nel segno. Una canzone che in qualche modo ci rimanda ai Rage più rocciosi, da cui i Mystic Prophecy prendono a prestito l’accoppiata ritmica serrata e linea vocale orecchiabile, con tanto di ritornello cantabile e assolo super classico.

Non stiamo neanche a spiegarvi che di originalità nella band in questione non ne troverete, probabilmente chiunque la stesse cercando ha smesso di ascoltare i Mystic Prophecy anni fa, ma di certo un gruppo che riesce a far seguire ad un brano tanto violento come quello appena descritto un altro, “The Crucifix”, che si apre con un chorus epic/pomp e che continua con una linea melodica super ruffiana, perfetta da cantare sotto al palco, dimostra di saper giocare le carte a disposizione con la giusta intelligenza.

C’è infatti tanto mestiere nella musica incisa per “War Brigade”, ma non c’è alcun dubbio che esso sia messo al servizio di una base creativa a cui la band crede sul serio. Se infatti ascoltate una vera e propria metal ballad come “10.000 Miles Away” capirete quanto di hard rock classicamente anni ottanta ci sia nel background di molte melodie disseminate nelle composizioni. Ed è proprio questa fluidità armonica ed essere il punto di forza di brani come la epica “Good Day To Die” (chiaramente ispirata al film “300”) o “The Devil Is Black” (altra song che ci rimanda non poco ai vecchi Rage).

Sono tutte caratteristiche che fanno di “War Brigade” un disco che si ascolta e riascolta con piacere, senza notare cedimenti o momenti morti (magari saltando la terribile cover di “Sex Bomb”). Di sicuro i capolavori sono diversi, ma un disco come questo finisce inevitabilmente per rimanere parecchio tempo nelle vicinanze dello stereo. E visto il momento storico, caratterizzato da inflazione produttiva e ascolti inevitabilmente frettolosi, si tratta di un risultato da non disprezzare.

Mystic Prophecy Cover Album War

Voto recensore
7
Etichetta: Massacre Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Follow The Blind 02. Metal Brigade 03. Burning Out 04. The Crucifix 05. Pray For Hell 06. 10.000 Miles Away 07. Good Day To Die 08. The Devil Is Back 09. War Panzer 10. Fight For One Nation 11. War Of Lies 12. Sex Bomb (Tom Jones Cover) (Digipak Bonus)
Sito Web: http://www.mysticprophecy.net/home.php

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login