Blutengel – Recensione: Monument

Volete saperne di più su “Monument”, il nuovo studio album dei Blutengel? Bene, allora andate pure a leggervi la recensione dell’album precedente, o di quello prima ancora, tanto non cambia niente. Orgogliosamente immobili, enfatici e plastificati, i Blutengel sono il tipico esempio di band tedesca caciarona e ruffiana, tanto romantica da sfiorare il risibile, eppure efficace nel perpetuare una formula sonora assolutamente fine a sé stessa ma ben fatta. Chris Pohl e le sue ragazze continuano ad esplorare i lidi del goth rock/pop venato di ritmi technoidi con tutta la cura del caso, inanellando una serie di brani sempre intriganti e gradevoli. Certo, non dovete proprio aspettarvi nulla dal panorama lirico, se non un elenco di tutti i luoghi comuni della cultura goth (sangue, vampiri, sentimenti e sofferenze connesse), ma la musica in fondo è sempre buona, il platter si ascolta volentieri e risulta anche piacevole. Chris è il consueto mattatore con la sua voce profonda e sorniona, ideale interprete di episodi così disincantati, che questa volta trovano il loro apice espressivo nelle deliziose “You Walk Away” e “Tears Might Dry”, due brani che troveranno senza dubbio la propria collocazione durante le necessità di intrattenimento. Per il resto congediamoci dai Blutengel con il consueto “sei politico”: se già amate questa band non faticherete ad apprezzare anche “Monument”, se invece non sopportate la loro miscela gustosa ma fondamentalmente innocua, non sarà la nuova release a farvi cambiare idea. Nota conclusiva, il full-length sarà disponibile anche in una ricca edizione limitata composta da tre cd: l’album ufficiale, un secondo dischetto di inediti e un terzo con delle versioni rivisitate al pianoforte.

Voto recensore
6
Etichetta: Out Of Line / Audioglobe

Anno: 2013

Tracklist:

01.  A New Dawn To Rise (Intro)
02.  You Walk Away
03.  Kinder Dieser Stadt
04.  All These Lies
05.  Tears Might Dry
06.  Uns Gehört Die Nacht
07.  Die Zeit
08.  When I Feel You
09.  Willst Du?
10.  Nie Mehr
11.  Save Our Souls
12.  Deine Welt
13.  Lebensrichter
14.  Monument


Sito Web: wwww.blutengel.de

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login