Monnalisa – Recensione: In Principio

Formati a Verona nel 2009 come Monna Lisa Smile, e stabilizzata la formazione con gli attuali Giovanni Olivieri (voce e tastiere), Filippo Romeo (chitarra) e i fratelli Manuele e Edoardo Pavoni (basso e batteria), dopo la classica gavetta a base di concerti e concorsi, i Monnalisa arrivano al debutto discografico sette anni dopo per l’etichetta Andromeda Relix.
La linea musicale intrapresa dalla band, dopo un percorso di ricerca, li porta ad un prog metal senza eccessi, che ha un solido sguardo nel passato del genere, radicandosi saldamente anche all’hard rock dei seventies, ma che sa vedere anche la scena attuale, il tutto ulteriormente caratterizzato dalla scelta di cantare in italiano.
L’iniziale “Specchio” è esemplificativa della loro linea musicale: riff metal, organo anni ’70, sezione ritmica che guarda più al groove che ai virtuosismi. Sulla stessa linea “Il Segreto dell’Alchimista”, dove un riff robusto fa da spina dorsale a successivi stacchi progressive e belle aperture melodiche. “Catene Invisibili” coniuga ancora una volta, e con buoni risultati prog classico ed attuale, e l’articolata “Infinite Possibilità” passa da atmosfere più soffuse ad un crescendo solidamente prog rock. Dopo la strumentale “Oltre”, in cui spicca il solismo di Romeo, arriva la lunga “Viaggio di un Sognatore”, che con l’alternarsi di vari umori musicali, è un po’ il compendio della musica dei Monnalisa: prog, heavy metal, melodia, certa musica italiana d’aurore, AOR e hard rock ben miscelati, in un brano di grande suggestione. Conclude il lavoro “Ricordi”, che inizia come una ballata per poi passare ad un suono più potente ma melodico, con soli alternati fra chitarra e tastiere.
In conclusione un debutto convincente, suonato bene (con qualche margine di miglioramento a livello vocale), con sentimento (anche nei testi) ed estremamente sincero, radicato nel passato ma con attenzione al presente, che bada ben più alle composizioni e al sound d’insieme che ad una mera esibizione tecnica, creando atmosfere che trasmettono convinzione e positività.

Voto recensore
7
Etichetta: Andromeda Relix

Anno: 2017

Tracklist: 01.Specchio

02.Il Segreto Dell’Alchimista

03.Catene Invisibili

04.Infinite Possibilità

05.Oltre

06.Viaggio Di Un Sognatore

07.Ricordi
Sito Web: https://www.facebook.com/MonnaLisaVerona/

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login