Mondo Generator – Recensione: Fuck It!

Ritornano dopo otto anni dall’ultimo lavoro in studio i Mondo Generator di Nick Oliveri, voce e basso della band che è completata da Mike Pygmie alla chitarra e Mike Amster alla batteria. Si tratta di un ritorno doppio, dato che in questi stessi giorni esce pure “Shooter’s Bible”, album perduto del 2010.

Per quanto riguarda “Fuck It!”, la band si ripresenta con la consueta furia distruttiva figlia del punk, che infuoca pezzi dai ritmi spesso sostenuti, su tutti l’indiavolata “S.V.E.T.L.A.N.A.S.”, in cui al microfono c’è pure Olga Svetlanas, cantante degli…Svetlanas, appunto, trashcore band tussa. Non mancano i retaggi del passato che ha visto Oliveri protagonista, con i Kyuss, della stagione più ispirata dello stoner, e che tingono un brano dalle atmosfere cangianti come “Up Against The Void” – inizio furioso e finale caldo e dilatato – o il basso pulsante dell’attacco a ferro e fuoco intitolato non a caso “Kyuss Dies!” D’altronde non è un caso che l’album sia stato registrato proprio al Pink Duck Studio di Josh Homme. Altrove Oliveri & soci dimostrano grande orecchio per la melodia ad effetto, che caratterizza l’ipnotico riff della title track e l’inquietante “Silver Tequila / 666 Miles Away”.

Non c’è un attimo di respiro in “Fuck It!”, album che è emblema di vitalità ma che raccoglie, nella sua furia, anche un’ispirazione che non era scontato ritrovare dopo così tanto tempo.

Etichetta: Heavy Psych Sounds

Anno: 2020

Tracklist: 01. Nowhere Man 02. Up Against The Void 03. Kyuss Dies! 04. Turboner 05. Fuck It 06. When Death Comes 07. Listening To The Daze 08. Silver Tequila / 666 Miles Away 09. S.V.E.T.L.A.N.A.S. 10. There’s Nothing Wrong 11. Death Van Trip 12. It’s You I Don’t Believe 13. Option Four 14. Disease With No Control (Bonus Track)
Sito Web: https://www.facebook.com/officialmondogenerator/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login