Michael Grant & The Assassins – Recensione: Always The Villain

Molti ricorderanno Michael Grant come il touring guitarist degli L.A. Guns, con cui registrò un album rimanendo nella formazione per cinque anni. In precedenza era il mastermind degli Endeverafter, gruppo di base a San Francisco, fautore di due album dalle sonorità alternative rock, che Grant ha sciolto nel 2012. Attualmente il chitarrista ha deciso di dedicarsi anima e corpo al suo nuovo progetto Michael Grant & The Assassins e ora esce questo debutto, intitolato “Always The Villain”, in lavorazione dal 2018,  che lo vede alle prese non solo alla voce, ma anche con tutti gli strumenti, tranne la batteria, su cinque tracce che sono state eseguite da Shane Fitzgibbon.

In queste undici composizioni emerge la volontà di unire le sonorità care all’hard rock stradaiolo con un approccio più modernista e alternativo e la voglia di Grant di esplorare tutte le sue influenze. Si accende la miccia con “Barrel Of A Gun”, una travolgente ed irresistibile bomba di sleaze rock all’ennesima potenza, seguita dall’altrettanto sfrontata titletrack, una vera e propria danza sfrenata che sprigiona energia da tutti i pori. Non da meno la ruvida e sinuosa “Killing Me Slowly”, più quadrata e dal riffing  metal-oriented, che trova l’apice nell’assolo centrale, mentre con “Nightmares” si rallenta un po’ il ritmo in favore di una composizione dal grande appeal radiofonico. Segue “Red Light Run”, scelta anche come primo singolo in quanto è una traccia dalle melodie vincenti ed indovinate, con un coro semplice, ma che cattura subito l’attenzione e rimane impresso.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche “Anthem Of Us” e “Runaway (Can You Stand The Rain)“, incentrate su ridondanti melodie ricche di pathos e un ritornello catchy al punto giusto; invece “Break Me With U”, dal ritmo ficcante ed incalzante, mostra maggiormente il lato modernista di questo lavoro. Con “Death Of Me” si ritorna ad un hard rock più viscerale, dall’approccio diretto, segnato da un riff che brilla per feeling e tecnica e dove Grant da il meglio di se anche vocalmente; “Gimme Salvation” è un pezzo anthemico di rock moderno, molto particolare, ipnotico e a tratti ossessivo davvero originale.

La sbarazzina e alternativa “Secrets” chiude questo “Always The Villain”, un lavoro che riesce ad unire passato e presente in un melting-pot sonoro riuscito e avvincente e che fornisce una ventata di freschezza in un genere come questo che non sempre brilla in originalità. Consigliato!

Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2020

Tracklist: 01. Barrel Of A Gun 02. Always The Villain 03. Killing Me Slowly 04. Nightmares 05. Red Light Run 06. Anthem Of Us 07. Break Me With U 08. Death Of Me 09. Runaway (Can You Stand The Rain) 10. Gimme Salvation 11. Secrets
Sito Web: https://www.facebook.com/MichaelGrantAssassins/

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login